VoiceOver per OS X. Una funzione che parla da sé.

VoiceOver ti dice cosa accade, e ti aiuta a farlo accadere. Ti descrive gli elementi visualizzati sullo schermo e ti guida per selezionare una voce di menu o attivare un pulsante con la tastiera o il trackpad. Con VoiceOver controlli il tuo Mac anche se non vedi lo schermo. Ed è incluso.

MacBook Pro con lettura di VoiceOver dal sito Elle Decor in Safari: “21 rooms with wonderful white walls. What could be fresher than...”

Ascolta Alex

Veloce
Normale
Lento

La voce di Alex

Alex è la voce del Mac che sfrutta tecnologie evolute per riprodurre un suono naturale. Mentre la maggior parte dei sistemi di sintesi vocale analizza e sintetizza una frase alla volta, OS X analizza il testo in paragrafi e decifra il contesto delle parole in modo più preciso. Per questo Alex riesce a parlare quasi come le persone. Ha un suono molto naturale, e si ferma per riprendere fiato nelle frasi più lunghe. Così, quando legge brani di libri, notizie e articoli lunghi, è più facile capirlo.

Gesti

Per controllare VoiceOver puoi usare molti dei gesti che utilizzi in iOS. Tocca il trackpad per ascoltare la descrizione dell’elemento che si trova sotto il dito, trascina per sentire più elementi in sequenza e sfiora per passare all’elemento successivo. Abilita VoiceOver Trackpad Commander, e la superficie del trackpad corrisponderà alla finestra o al documento in uso, così ti basterà un tocco per spostarti in un angolo o un lato. Se lo usi con i gesti, VoiceOver ti dice esattamente come sono disposti gli elementi sullo schermo.

Il rotore

VoiceOver ha un controllo virtuale chiamato rotore. Giralo muovendo due dita sul trackpad come se stessi girando una manopola vera e propria, e potrai controllare molti comandi senza dover imparare nuovi gesti: puoi sfogliare una pagina web più rapidamente o fare il controllo ortografico e grammaticale in un documento. Se giri il cursore mentre digiti del testo, sentirai impostazioni come “parola” o “carattere”: sfiora il trackpad per scegliere come muoverti all’interno del testo. Navigare le pagine web è altrettanto semplice. Il rotore elenca gli elementi comuni, come titoli, link e immagini, permettendoti di passare da uno all’altro. E puoi anche personalizzarlo scegliendo tra diverse opzioni.

Braille

VoiceOver è il primo lettore di schermo con supporto plug-and-play per gli schermi braille aggiornabili. Quando colleghi o sincronizzi uno schermo braille, la descrizione di VoiceOver viene presentata in braille. In più, OS X include i driver per oltre 40 schermi braille USB e wireless, così puoi usarli fin da subito.
Tutto sugli schermi braille

Pannello Braille

Per le persone normovedenti come gli insegnanti, i genitori e i colleghi che affiancano utenti di schermi braille, VoiceOver offre un pannello braille a video, che mostra la versione sia braille sia in testo classico delle descrizioni pronunciate da VoiceOver.

Mirroring braille

VoiceOver è l’unico lettore di schermo che supporta più dispositivi braille contemporaneamente. Grazie al mirroring braille puoi collegare fino a 32 schermi braille USB allo stesso computer, nello stesso momento. Così durante le riunioni o le lezioni in classe, puoi mostrare quello che vedi sul tuo dispositivo a tanti utenti di schermi braille, similmente alle presentazioni con persone normovedenti. Gli utenti con disabilità uditive e visive possono lavorare insieme sullo stesso Mac, e gli studenti che usano il braille possono seguire le dimostrazioni degli insegnanti.

App

VoiceOver è unico, perché non è un lettore di schermo a sé stante: è integrato in OS X, così quando gli sviluppatori aggiornano i propri prodotti per sfruttare le interfacce Apple per l’accessibilità, le app funzionano fin da subito con VoiceOver.

Voci internazionali

Le voci di VoiceOver in OS X parlano più di 30 lingue: inglese (USA), inglese (GB), inglese (Australia), inglese (Irlanda), inglese (Sudafrica), spagnolo (Messico), spagnolo (Spagna), francese (Francia), francese (Canada), tedesco, italiano, giapponese, coreano, mandarino (Cina continentale), mandarino (Taiwan), cantonese (Hong Kong), arabo, ceco, danese, olandese, finlandese, fiammingo (Belgio), greco, hindi, ungherese, indonesiano, norvegese, polacco, portoghese, portoghese (Brasile), romeno, russo, slovacco, svedese, thailandese e turco.

Alcuni servizi, funzioni e applicazioni non sono disponibili in tutti i Paesi o in tutte le aree geografiche.