Kristi Meeuwse usa l’iPad per insegnare. Ecco come.

“Per la prima volta in 22 anni di insegnamento, tutti i miei bambini dell’asilo sono arrivati in prima elementare sapendo già leggere bene per la loro età.”

Kristi Meeuwse, maestra d’asilo, Drayton Hall Elementary School, Charleston, South Carolina (USA)

Una piccola grande rivoluzione.

Per Kristi Meeuwse, maestra d’asilo, la rivoluzione è cominciata il giorno in cui ha ricevuto dal distretto scolastico una scatola con 30 iPad per i suoi bambini. L’idea di creare nuovi materiali didattici l’attirava, perché al di là dei libri di racconti non esistono molti altri titoli adatti ai bimbi dell’asilo. “Non c’è niente, e se c’è va comprato,” spiega Kristi. “E la mia scuola non ha molti soldi.” Eppure, essendo oltretutto coinvolta nel programma “Common Core State Standards” che negli USA definisce i programmi scolastici a livello nazionale, la Meeuwse sentiva la necessità di avere a disposizione testi non narrativi. E visto che non se ne trovavano da nessuna parte, ha deciso di crearli.

Si volta pagina.

Kristi ha usato l’app gratuita iBooks Author sul Mac per creare il suo primo libro per iPad, intitolato My City: parla di Charleston, la città americana in cui si trova la sua scuola. “Ai miei alunni è piaciuto tantissimo. E hanno trovato fantastico che l’avessi scritto io.” Kristi ha continuato a creare libri su argomenti come i ragni, le moto da cross e i cuccioli. “I miei studenti sono felicissimi quando possono far muovere un ragno sulla pagina toccando un pulsante,” racconta. “O quando contando fino a dieci vedono un’immagine che ruota e conta insieme a loro. Non c’è niente di simile in nessuno dei libri che abbiamo nella nostra biblioteca.” Kristi inserisce anche dei widget per verificare la comprensione, così i bambini possono rispondere a brevi quiz direttamente dalle pagine del libro. La maestra si dice entusiasta non solo perché i suoi bambini dimostrano di amare i libri, ma anche perché stanno acquisendo le nozioni che serviranno loro in futuro.

Kristi ha una classe di 25 bambini, e in passato faceva lezione stando al centro dell’aula. Si fermava spesso per aiutare gli alunni più in difficoltà, ma così quelli più avanti dovevano aspettare senza far niente. Grazie all’iPad, questa maestra elementare può personalizzare l’apprendimento dei suoi alunni creando libri per ogni livello di preparazione. Una volta creato un libro, è facile duplicarlo e creare livelli diversi per ogni lettore, consentendo a ogni alunno di imparare secondo i suoi ritmi.

Leggere, creare, esprimersi.

I bambini di Kristi non si limitano a leggere e giocare con quel che hanno sull’iPad, ma inventano a loro volta nuovi contenuti utilizzando tantissime app per la creatività. Se la maestra chiede di comporre una frase usando parole di quattro lettere, o di fare un esempio di sottrazione, gli alunni possono scegliere quale app utilizzare e in che modo mostrare quello che hanno capito. La creatività, l’espressione e la comprensione che emergono da questi compiti lasciano l’insegnante a bocca aperta. E, naturalmente, anche scrivere libri piace tantissimo ai bambini: creano libri dinamici per l’iPad con testi, immagini, video e narrazione, tutto fatto da loro.

I risultati di questo apprendimento attivo parlano da soli. Prima, solo il 35% degli alunni di Kristi arrivava alla scuola elementare sapendo già leggere; ora, per il secondo anno di fila, il 100% dei bambini che passano alla classe successiva ha capacità di lettura superiori alla media per quell’età. Scopri come creare libri con iBooks Author

“Quando dico ‘Bambini, scriviamo’ loro fanno i salti gioia, ed è una cosa speciale. Mi emoziona vederli così entusiasti. Ogni giorno sento di fare la differenza.”

I consigli di Kristi Meeuwse.

iBooks Author: puoi farlo anche tu.

“Anche se non sei sicuro di riuscire a creare i tuoi libri, devi buttarti: è impossibile sbagliare. Quello che fai può essere modificato in qualsiasi momento, non è indelebile. Se qualcosa non funziona, puoi sempre tornare indietro.”

Comincia con qualcosa di semplice.

“Non devi pensare che per ottenere qualcosa di coinvolgente e utile tu debba per forza creare un libro complicato. Nel mio primo libro non c’erano widget interattivi, ma solo testo e immagini. Con il tempo potrai aggiungere altri elementi.”

Gioca ed esplora.

“Esplora, perché non sai mai quello che puoi trovare. Usando la transizione Spostamento magico in Keynote ho imparato a far muovere un ragno sulla pagina. L’ho scoperto per caso mentre giocavo con le funzioni dell’app.”

Impara da ogni libro.

“All’inizio pensavo che ci sarebbe voluto troppo tempo, invece sono diventata sempre più veloce: ora per creare un libro mi bastano anche solo 10 minuti. Per quelli più complessi ed elaborati, impiego circa un’ora. Va detto che si tratta di libri semplici. Io ho anche iniziato a salvarli come modelli, così non devo ripartire da zero ogni volta.”

Lascia fare agli studenti.

“Non devi pensare a tutto tu. Ormai se i miei alunni non sanno come fare qualcosa, non chiedono aiuto a me: preferiscono chiedere ai compagni. Non serve che gli mostri nulla. Mi guardano e dicono: ‘OK, capito. Andiamo avanti’.”