Apple nell’istruzione - Profili

Nuovi modi di imparare: con il Mac alla Punahou School.

Gli studenti della Punahou School di Honolulu usano i portatili Mac per svolgere ricerche e compiti in classe, e per mostrare a tutti il loro lavoro in modi totalmente nuovi.

L’ispirazione

Alla Punahou School, una scuola indipendente delle Hawaii fondata nel 1841 da missionari Congregazionalisti, la tradizione più rispettata è quella di reinventarsi a dispetto di ogni tradizione. La scuola sorge a Mānoa Valley, quartiere residenziale di Honolulu, ed è nota per il suo approccio didattico innovativo.

È un approccio che, nel 1998, ha convinto gli amministratori dell’istituto a rivedere il programma di studi per preparare meglio gli studenti a un mondo del lavoro che favorisce sempre di più chi dà del tu alla tecnologia. Dopo aver esaminato attentamente l’approccio di altre scuole, la direzione ha avviato un programma pilota: in classe, gli studenti di quinta hanno avuto libero accesso per tutto il giorno a portatili Mac. Gli insegnanti hanno constatato che i ragazzi che usavano i Mac erano molto più coinvolti, e si sono resi conto del potenziale rivoluzionario dell’iniziativa. Vista la bontà dei risultati, gli amministratori hanno deciso di adottare i Mac come strumenti didattici per tutti i corsi della scuola.

Il Mac ha aiutato la Punahou a passare da un modello di studio molto strutturato a un approccio più libero e flessibile, dove gli insegnanti possono autonomamente assecondare gli interessi e le scelte degli studenti. Ora è raro che gli insegnanti facciano lezione impartendo nozioni dalla cattedra: preferiscono porre un quesito, poi dare ai ragazzi chiare indicazioni su come procedere e sul tipo di risultato da produrre. Da soli o in piccoli gruppi, i ragazzi fanno ricerche con il Mac sull’argomento assegnato e trovano le informazioni necessarie per rispondere a ciascun quesito.

La cosa che conta di più alla Punahou, però, non è tanto trovare semplicemente dati e informazioni, quanto usarli per creare progetti interessanti: per questo gli studenti usano il Mac, iLife e iWork per presentare il risultato del loro lavoro agli insegnanti, ai compagni di classe e persino online. Oltre a scrivere tesine e relazioni o fare test e compiti in classe, i ragazzi preparano progetti completi di immagini e contenuti audiovisivi, creati da loro stessi. Può trattarsi di canzoni e podcast registrati e montati in GarageBand, presentazioni e portfolio digitali creati in Keynote, video montati in iMovie e Final Cut Pro da mandare in onda su Punavision (il canale di news della scuola) e persino app iOS sviluppate su Xcode.

Il Mac e le sue app sono così facili da usare e così integrati nel programma di studio che insegnanti e studenti possono concentrarsi sulla qualità delle lezioni e sulla creatività dei contenuti, e non sul funzionamento di hardware e software.

“I Mac nella mia classe sono assolutamente indispensabili.”

— Sandy Chang, insegnante di lettere e storia americana, Punahou School

L’attuazione del progetto

Visto il successo del programma pilota, alla Punahou è stato facile decidere di utilizzare i Mac come strumenti didattici a tutto campo. Il corpo docente aveva già verificato i benefici dell’uso dei Mac a lezione. E i genitori che si erano preoccupati dell’effetto di isolamento che la tecnologia può provocare hanno presto cambiato idea durante i colloqui con i professori: il Mac aveva incoraggiato la collaborazione e l’interazione fra i ragazzi.

La Punahou School è la più grande scuola indipendente degli Stati Uniti (attualmente conta più di 3800 studenti), perciò gli amministratori dovevano pianificare attentamente la transizione dell’intero istituto alla piattaforma Mac. La collaborazione fra insegnanti, genitori e Apple è servita a mettere a punto una strategia per inserire i portatili Mac nella didattica di ogni livello, in modo efficace e naturale.

Oggi gli alunni più piccoli della Punahou, dalla prima alla quarta, imparano a usare i Mac in classe e in un laboratorio multimediale, sotto attenta supervisione. A partire dal quinto anno, ogni ragazzo riceve un computer da usare a scuola e a casa, e inizia a familiarizzare con Foto, iMovie e GarageBand. In questo modo, persino i più piccoli diventano subito piuttosto abili nell’utilizzare gli strumenti necessari per realizzare lavori di classe sempre più impegnativi. E quando terminano il ciclo di studi alla Punahou, i ragazzi sono in grado di creare progetti davvero coinvolgenti.

Per diventare a loro volta esperti nell’utilizzo dei Mac, gli insegnanti partecipano a un training e anche a laboratori pratici estivi. Inoltre alcuni docenti insegnano ai colleghi come integrare il Mac nei programmi di studio. E per fare pratica con le applicazioni più complesse come Final Cut Pro, insegnanti e studenti delle ultime classi seguono tutorial speciali forniti da esperti scelti dalla scuola.

Il piccolo team di assistenza tecnica della scuola conferma che i portatili Mac sono notevolmente meno soggetti ai virus e sopportano senza problemi gli spostamenti da casa a scuola e viceversa. E grazie alla facilità d’uso e di manutenzione, la maggior parte degli studenti e degli insegnanti è in grado di risolvere i problemi anche da sé.

Uno degli obiettivi che la Punahou si è data con il suo approccio tecnologico è fornire ai ragazzi il dispositivo migliore per ogni diversa occasione didattica: per questo la scuola ha introdotto anche gli iPod touch per attività particolari, come la raccolta di dati sul campo. E gli studenti di ogni classe alla Punahou si servono dell’iPad e di alcune specifiche app per allargare i confini del loro modo di imparare: i più piccoli lo usano per esercitarsi con le lettere e con i numeri, quelli di quinta per progettare e gestire città virtuali; gli alunni delle medie sperimentano la geolocalizzazione e i videoblog, mentre quelli ancora più grandi creano innovative opere musicali e artistiche. Amministratori, insegnanti e genitori della Punahou ritengono che il Mac abbia trasformato le lezioni, continuando la lunga tradizione di eccellenza e innovazione della scuola. Il Mac permette ai docenti di fare meglio il proprio lavoro, e aiuta ogni giorno i ragazzi a partecipare e a esprimere quel che hanno imparato come mai prima d’ora.

Prodotti adottati

MacBook Pro

I portatili ideali per imparare in classe e fuori. Tutto su MacBook Pro

iPad

Il dispositivo mobile che ha rivoluzionato il mondo rivoluziona anche la scuola. Tutto su iPad

iPod touch e iPhone

Insieme alle app sviluppate per loro, sono dispositivi perfetti per lo studio. Tutto su iPod touch e iPhone

Le potenti app di Apple

Foto. iMovie. GarageBand. Pages. Numbers. Keynote. Per scatenare la creatività in classe. Gratis con ogni iPad e Mac.
Scopri di più

Scopri le app didattiche

App per lo studio

Mostra in iTunes

App iTunes U

Scaricala ora

Idrocultura elementare

Mac e iLife aiutano gli studenti di quinta a scoprire la coltivazione idroponica.

Promuovere l’ecosostenibilità è uno dei più importanti obiettivi didattici della Punahou School. È un tema che trova la sua perfetta espressione nei progetti scolastici creati dalla classe di quinta di Danette Kobayashi. Invece di coltivare un normale giardino, l’insegnante e i suoi ragazzi hanno deciso di creare una coltivazione idroponica. Hanno usato i computer MacBook e applicazioni come Foto, GarageBand e iMovie per documentare il progetto, creare brochure e montare video completi di effetti, musica e voce narrante. Guarda il video

Altri profili Education