iOS. Più possibilità per ogni abilità.

Le funzioni assistive di serie su iPhone, iPad e iPod touch hanno cambiato il panorama di apprendimento degli studenti con esigenze speciali. Grazie a queste tecnologie innovative, tutti hanno accesso a ciò che iOS ha da offrire: l’utile e il dilettevole.

Tanti modi di studiare. Per ogni tipo di studente.

I dispositivi iOS sono perfetti per gli studenti con deficit dell’attenzione e altre difficoltà cognitive e di apprendimento. Gli insegnanti possono ridurre al minimo gli stimoli visivi limitando l’accesso a un’unica app, e i ragazzi possono usare FaceTime e Fotocamera per comunicare in modi diversi dalle parole.

Accesso Guidato

Accesso Guidato aiuta gli studenti affetti da autismo o altri deficit sensoriali e dell’attenzione a rimanere concentrati. Gli insegnanti e i terapisti possono disabilitare il tasto Home per far sì che venga usata un’unica app, e decidere quali aree del display rimangono sensibili al tocco. L’ideale per evitare che i ragazzi si distraggano con tap e gesti non necessari.

Pronuncia selezione

Per molti studenti è più facile comprendere i testi se possono ascoltare le parole mentre le leggono. Pronuncia selezione legge le email, gli iMessage, le pagine web e gli ebook. Basta fare doppio tap per evidenziare il testo in qualsiasi applicazione e toccare Leggi perché il dispositivo pronunci il testo evidenziato. I ragazzi possono anche seguire facilmente la lettura impostando la funzione affinché evidenzi le parole man mano che vengono pronunciate, e regolare l’inflessione e la velocità di lettura in base alle proprie esigenze.

Siri

Per alcuni studenti, digitare non è semplice. Siri, l’assistente integrato di Apple, aiuta i ragazzi a fare le cose che fanno tutti i giorni, semplicemente parlando. Possono dire “Ricordami di fare il compito di storia venerdì” oppure “Manda un messaggio alla mamma per avvisarla che mi fermo a scuola dopo le lezioni”. Siri può aiutare chi fa fatica a organizzarsi programmando le attività e impostando promemoria. E grazie all’integrazione con l’avanzato lettore di schermo VoiceOver, gli studenti con disabilità visive possono chiedere dove si trova il negozio di dischi più vicino e ascoltare la risposta.1

Dettatura

Per gli studenti con difficoltà di scrittura come la disgrafia, potrebbe essere più semplice esprimersi a parole piuttosto che per iscritto. Con Dettatura possono rispondere a email, creare una nota, cercare nel web e perfino scrivere un tema semplicemente usando la voce. Basta toccare il pulsante del microfono e Dettatura converte in testo le parole, i numeri e i caratteri.

iBooks

iBooks Author permette agli insegnanti di creare materiali didattici personalizzati per iPad adatti a un’ampia gamma di esigenze di apprendimento. Funzioni come l’evidenziatura a più colori, le note, la ricerca, le schede studio e il glossario aiutano gli studenti a organizzarsi e a studiare meglio. Con le domande di verifica integrate, i ragazzi possono valutare immediatamente quanto appreso e stabilire su cosa concentrarsi maggiormente. E iBooks supporta VoiceOver, Pronuncia selezione e i video sottotitolati, offrendo un valido aiuto a ogni tipo di studente.

Reader di Safari

Per alcuni studenti, navigare il web può comportare un sovraccarico sensoriale. Il Reader di Safari riduce gli elementi inutili delle pagine web eliminando ogni distrazione. Fa sparire annunci pubblicitari, pulsanti e barre di navigazione, così i ragazzi si concentrano solo sui contenuti utili. E poiché supporta Pronuncia selezione e VoiceOver, chi ha difficoltà a leggere i testi scritti può ricevere un feedback uditivo.

Dizionario

Quando si legge un testo per la prima volta o si studiano argomenti nuovi, è facile imbattersi in parole sconosciute. In questi casi, gli studenti possono cercare il relativo significato nel dizionario integrato in iOS, visualizzando al volo la definizione e le espressioni di uso comune, con indicazioni grammaticali, ortografiche e di pronuncia; anche quando sono offline.

FaceTime

Con FaceTime, gli studenti possono facilmente videochiamare via Wi-Fi. FaceTime può anche essere una finestra sull’aula, perché permette agli alunni che studiano da casa o in ospedale di partecipare ai corsi con il resto della classe. E i terapisti possono osservare uno studente in azione senza disturbare la lezione dell’insegnante. Grazie all’alta qualità video e al supporto per frame rate elevati, FaceTime è ideale per chi comunica con la lingua dei segni: i gesti e le espressioni facciali appaiono chiarissimi in ogni dettaglio. E poiché è di serie su tutti i Mac, iPhone, iPad e iPod touch, gli studenti possono usarlo per comunicare con altri utenti di OS X e iOS.2

Photo Booth

Photo Booth offre un modo di comunicare in più: scattando e condividendo foto. Per esempio, per chi fa fatica a interagire, anche solo a rispondere a una domanda, potrebbe essere più semplice comunicare guardando il proprio viso sullo schermo. E poiché Photo Booth è integrato nella fotocamera iSight di serie, mostra le immagini mentre vengono catturate.

Videocamera

Tutti i dispositivi iOS hanno di serie una videocamera perfetta per scattare foto e girare video. I terapisti possono registrare i comportamenti degli studenti che seguono, e mostrare la condotta corretta. I logopedisti e i fisioterapisti possono registrare le sessioni di terapia per documentare i progressi dei ragazzi. Gli insegnanti possono registrare lezioni, esperimenti ed escursioni didattiche da condividere con gli studenti a casa o in ospedale. Ma anche i ragazzi possono filmarsi mentre eseguono un particolare compito a casa, per esempio leggere a voce alta, e poi inviare il video all’insegnante.

Completamento delle parole

Il completamento delle parole in iOS è utilissimo per gli studenti affetti da dislessia o difficoltà cognitive, nonché per arricchire il vocabolario e migliorare le capacità di costruzione delle parole. iOS suggerisce l’ortografia corretta dopo aver digitato poche lettere. In più, attivando la funzione Pronuncia testo auto lo studente sentirà un effetto sonoro e la parola suggerita verrà pronunciata automaticamente. Per ignorare il suggerimento basta continuare a digitare, se si tocca invece la barra spaziatrice, iOS inserisce la parola. Un modo perfetto per imparare nuovi termini senza impazzire con l’ortografia.

iPhoto e iMovie

Gli studenti che hanno difficoltà a comunicare i propri pensieri scrivendo, possono usare iPhoto e iMovie per esprimersi attraverso contenuti multimediali. Con la fotocamera integrata e iPhoto, molti materiali didattici tradizionalmente proposti per iscritto possono essere resi in formato visivo. Non c’è niente di meglio per chi fa fatica a leggere o a studiare l’italiano. E i docenti possono creare fotolibri per insegnare concetti di educazione civica e di vita reale, oppure per mostrare comportamenti corretti: tutte storie utili da usare anche come riferimento futuro.

Scrivere gli elementi visivi e audio di uno script e vivere l’entusiasmo di creare un film con iMovie può essere molto più coinvolgente della classica scrittura narrativa. iMovie permette anche di consolidare le capacità di ordinamento sequenziale, di usare le abilità visuo-spaziali e di migliorare le competenze in materia di narrazione.

Inizio pagina

La guida vocale che tutti gli studenti vorrebbero.

Gli studenti con disabilità visive possono affidarsi a VoiceOver, l’evoluto lettore di schermo che permette di usare al meglio i dispositivi iOS. In più, Siri e Dettatura aiutano i ragazzi a digitare, lanciare app e leggere i propri calendari.

VoiceOver

VoiceOver è un lettore di schermo basato sui gesti che dice agli studenti cosa accade sul display Multi-Touch e li aiuta a navigarlo anche se non lo possono vedere. Per accedere a VoiceOver in iOS basta un triplo-clic sul tasto Home. Sentendo la descrizione di ogni azione ed elemento sul display, gli studenti sanno quale app stanno usando, possono trovare un dato passaggio di un testo o ascoltare la lettura di un ebook. Possono anche modificare la velocità di lettura e la tonalità di VoiceOver a proprio piacimento. Tutto su VoiceOver

Siri

Siri, l’assistente integrato di Apple, aiuta i ragazzi a fare le cose che fanno tutti i giorni, semplicemente parlando. Possono dire “Ricordami di fare il compito di storia venerdì” oppure “Manda un messaggio alla mamma per avvisarla che sono in biblioteca”. Siri può avviare una chiamata, inviare messaggi di testo, programmare riunioni, impostare promemoria e tanto altro. E grazie all’integrazione con l’evoluto lettore di schermo VoiceOver, gli studenti con disabilità visive possono chiedere dove si trova il negozio di dischi più vicino e ascoltare la risposta.1

Dettatura

Con Dettatura gli studenti parlano invece di digitare. Possono rispondere a un’email, creare una nota, cercare nel web e perfino scrivere un tema semplicemente usando la voce. Basta toccare il pulsante del microfono e Dettatura converte in testo le parole, i numeri e i caratteri.

Zoom

Zoom è una funzione integrata che ingrandisce qualsiasi elemento in iOS, così gli studenti possono leggere un tema, guardare un diagramma o decifrare i dettagli di una mappa molto più facilmente. Funziona con tutte le app dell’App Store: toccando due volte con tre dita la schermata si ingrandisce del 200%, ma può raggiungere anche il 500%. Gli elementi ingranditi si comportano come al solito: i gesti per navigare nel dispositivo sono quelli di sempre. E Zoom funziona con VoiceOver, così gli studenti possono vedere, e sentire, meglio tutto ciò che accade sul display.

Inverti colori

Se un maggior contrasto può aiutare a vedere meglio gli elementi visualizzati, gli studenti possono invertire i colori in iOS. Funziona con testo, immagini e perfino i video. Le impostazioni dei colori vengono applicate all’intero sistema, così tutto ciò che viene visualizzato ha sempre lo stesso aspetto. Può essere usato anche con Zoom e VoiceOver.

Inizio pagina

Dai a chi studia più strumenti per esprimersi.

FaceTime aiuta gli studenti con disabilità uditive a comunicare e a rimanere in contatto. E grazie ai sottotitoli e all’audio mono, possono apprezzare appieno i contenuti multimediali sul proprio iPhone, iPad e iPod touch.

FaceTime

Grazie all’alta qualità video e al supporto per frame rate elevati, FaceTime è ideale per chi comunica con la lingua dei segni: i gesti e le espressioni facciali appaiono chiarissimi in ogni dettaglio. E poiché è di serie su tutti i Mac, iPhone, iPad e iPod touch, gli studenti possono parlare con utenti di OS X e iOS in un’altra classe o dall’altra parte del mondo. Proprio come se fossero faccia a faccia.2

Audio mono

Le registrazioni stereo hanno solitamente tracce audio distinte per il canale destro e sinistro. Gli studenti con disabilità uditive in uno dei due orecchi potrebbero quindi perdere parte dei contenuti audio trasmessi nel relativo canale. iOS permette di riprodurre entrambi i canali audio in entrambe le orecchie e di regolare il bilanciamento aumentando il volume in un dato orecchio, così chi ascolta non perderà neanche un beat di una lezione, di un video o di una composizione musicale.

Sottotitoli

Grazie ai sottotitoli, gli studenti con disabilità uditive possono comprendere meglio i contenuti video. Appaiono sullo schermo in un formato facile da leggere: le parole sono bianche su sfondo nero. iOS supporta sottotitoli di vario tipo per un’ampia gamma di materiali didattici, dai podcast ai corsi iTunes U.

GarageBand

Le scuole usano GarageBand per migliorare la comprensione degli studenti con disabilità uditive, in particolare i ragazzi che hanno adottato i nuovi impianti cocleari. Gli insegnanti possono creare podcast di discorsi e conversazioni e scaricarli su Mac, iPhone, iPad o iPod touch. Gli studenti li usano poi per imparare modulazione e inflessione e come distinguere una voce dall’altra. GarageBand è anche perfetto per la logopedia, lo studio di lingue tonali come il cinese, o per aiutare gli studenti con disabilità uditive a comprendere il suono attraverso un file di onde audio.

Inizio pagina

Gli studenti si sentono al controllo, con iOS.

Le innovative tecnologie di iOS semplificano l’utilizzo del display Multi-Touch per chi ha disabilità fisiche e motorie. E funzioni come Siri permettono agli studenti di controllare il proprio iPhone, iPad e iPod touch semplicemente con la voce.

AssistiveTouch

I dispositivi iOS hanno un display capace di rilevare il tocco in modo incredibilmente preciso: basta un leggero contatto con la sua superficie. E con AssistiveTouch gli studenti con abilità motorie limitate possono adattare il display Multi-Touch alle proprie esigenze. Così i gesti Multi-Touch più complessi, come pizzicare o scorrere con più dita, possono essere sostituiti dal semplice tap con un dito, o da un gesto personalizzato. E chi fa fatica a premere il tasto Home, può attivarlo con un tap sul display. I gesti come ruotare e agitare sono disponibili anche se il dispositivo iOS è montato su una sedia a rotelle. In più, iOS supporta svariati dispositivi assistivi di altri produttori, come i joystick.

Siri

Siri, l’assistente integrato di Apple, aiuta i ragazzi a fare le cose che fanno tutti i giorni, semplicemente parlando. Possono dire “Ricordami di fare il compito di storia venerdì” oppure “Manda un messaggio alla mamma per avvisarla che sono in biblioteca”. Siri può avviare una chiamata, inviare messaggi di testo, programmare riunioni, impostare promemoria e tanto altro. Tutto con la minima interazione fisica. E grazie all’integrazione con l’evoluto lettore di schermo VoiceOver, gli studenti possono chiedere dove si trova il negozio di alimentari più vicino e ascoltare la risposta.1

Dettatura

Con Dettatura gli studenti parlano invece di digitare. Possono rispondere a un’email, creare una nota, cercare nel web e perfino scrivere un tema semplicemente usando la voce. Basta toccare il pulsante del microfono e Dettatura converte in testo le parole, i numeri e i caratteri.

Risorse