OS X. Dà il controllo agli studenti.

Tutti i Mac sono dotati di tecnologie assistive che aiutano gli studenti con esigenze speciali a ottenere il massimo dalla potenza e dalla semplicità di OS X. Dall’evoluto lettore di schermo a FaceTime, fino a Photo Booth, le funzioni di OS X adatte a ogni tipo di studente sono davvero tantissime.

Ora puoi concentrarti sulla lezione.

Il Mac ha tante funzioni progettate per aiutare gli studenti con disabilità cognitive e di apprendimento a rimanere organizzati e concentrati, e a studiare nel modo più adatto alle proprie capacità.

Finder semplificato

I Controlli Censura permettono di impostare il Mac in modo da semplificarne l’utilizzo da parte di studenti con difficoltà cognitive e di apprendimento. Con il Finder semplificato, il Dock mostra solo tre cartelle. Puoi stabilire quali app possono essere usate dai tuoi alunni, affinché rimangano concentrati su ciò che devono fare. Documenti, cartelle e applicazioni sono visualizzati in un’unica finestra con le icone disposte in modo chiaro, così tutto è semplice da trovare.

Reader di Safari

Per alcuni studenti, navigare il web può comportare un sovraccarico sensoriale. Il Reader di Safari riduce gli elementi inutili delle pagine web eliminando ogni distrazione. Fa sparire annunci pubblicitari, pulsanti e barre di navigazione, così i ragazzi si concentrano solo sui contenuti realmente utili. E poiché funziona con Testo da pronunciare e VoiceOver, chi ha disabilità visive e difficoltà a leggere i testi scritti può ricevere un feedback uditivo.

MacBook Air con Finder semplificato che mostra icone facilmente riconoscibili di applicazioni come GarageBand e iPhoto.

Ascolta Alex

Veloce
Normale
Lento

Testo da pronunciare

Tutti apprendiamo in modo diverso. Alcuni di noi imparano meglio se sono coinvolti più sensi contemporaneamente. Con Testo da pronunciare, gli studenti possono ascoltare una parola o un paragrafo mentre li leggono a video. Scegli Alex, la voce del Mac, oppure un’altra voce maschile o femminile. Puoi anche modificare la velocità di pronuncia e scegliere tra 20 lingue integrate.

Schermata del termine “Tetrahedron” con voce del dizionario.

Dizionario

Quando si legge un testo per la prima volta o si studiano argomenti nuovi, è facile imbattersi in parole sconosciute. Con l’app Dizionario, gli studenti visualizzano al volo la definizione e i sinonimi dei vari termini, sviluppando le proprie conoscenze grammaticali, ortografiche e di pronuncia; anche quando sono offline.

Schermata del termine “relevation” con completamento e suggerimenti di parole simili.

Completamento delle parole

Il completamento delle parole in OS X è utilissimo per gli studenti con difficoltà di scrittura o cognitive, nonché per arricchire il vocabolario e migliorare le capacità di costruzione delle parole. Basta digitare alcuni caratteri e premere il tasto Esc: OS X mostrerà un elenco di suggerimenti che iniziano con le stesse lettere e i ragazzi potranno scegliere il termine appropriato. In questo modo, la capacità di usare le parole giuste migliora e l’ortografia assume una valenza più positiva.

Dettatura

Dettatura è utile per gli studenti con disabilità quali dislessia o disgrafia, perché permette di pronunciare il testo da scrivere. Possono rispondere a un’email, cercare nel web e perfino scrivere un tema semplicemente usando la voce. È sufficiente selezionare un qualsiasi campo di testo, attivare Dettatura, iniziare a parlare… Et voilà: le parole diventano testo.

Riassumi

Dover leggere una pagina fitta di parole può essere scoraggiante. Per gli studenti che fanno fatica a rimanere concentrati, Riassumi trasforma le pagine particolarmente lunghe in segmenti più corti e facilmente assimilabili. Basta selezionare Riassumi in TextEdit o Pages perché appaia un pannello che permette agli alunni o agli insegnanti di riassumere il testo riducendolo a una lunghezza più gestibile, perfino a una sola frase: i concetti principali saranno così facilmente comprensibili.

MacBook Pro con un documento Pages con l’icona di Dettatura e un testo su “Grapes of Wrath” mentre viene dettato.

Aggiungi ad iTunes come Traccia di parlato

Aggiungi ad iTunes come Traccia di parlato converte il testo in audio e permette agli studenti di scaricare le relative tracce su qualsiasi dispositivo iOS. Così chi preferisce ascoltare piuttosto che leggere, potrà farlo quando preferisce. Ed essendo un servizio integrato nel sistema operativo, per creare un file bastano tre semplici passaggi e non è necessario che gli insegnanti perdano tempo a registrare l’audio.

Photo Booth

Photo Booth offre un modo di comunicare in più: scattando foto e girando brevi video. Per esempio, per chi fa fatica a interagire, anche solo a rispondere a una domanda, potrebbe essere più semplice comunicare guardando il proprio viso sullo schermo. E poiché Photo Booth è integrato nella videocamera FaceTime HD di serie, mostra le immagini e i video mentre vengono catturati. Basta un clic per registrare un breve video, e un secondo clic per condividerlo. Inoltre i terapisti possono usare Photo Booth per dimostrare la pronuncia, abilità motorie o altre forme di terapia.

Ragazzo e ragazza sorridenti in varie pose su MacBook Air.
Icona della notifica di Calendario: “Bonnie - Algebra Tutor in 5 minutes, Tutoring Center” e pulsanti Chiudi e Ritarda.

Calendario

Calendario può visualizzare dei promemoria a comparsa, per esempio delle prove della band o della scadenza del compito di matematica. Grazie agli avvisi, anche gli studenti più impegnati sono sempre ben organizzati.

iPhoto e iMovie

Gli studenti che hanno difficoltà a comunicare i propri pensieri scrivendo, possono usare iPhoto e iMovie per esprimersi attraverso contenuti multimediali. Bastano una fotocamera digitale e iPhoto per rendere in forma visiva molti materiali didattici tradizionalmente proposti per iscritto. Non c’è niente di meglio per chi fa fatica a leggere o a studiare l’italiano. E i docenti possono creare fotolibri per insegnare concetti di educazione civica e di vita reale, oppure per mostrare comportamenti corretti: tutte storie utili da usare anche come riferimento futuro.

Scrivere gli elementi visivi e audio di uno script e vivere l’entusiasmo di creare un film con iMovie può essere molto più coinvolgente della classica scrittura narrativa. iMovie permette anche di consolidare le capacità di ordinamento sequenziale, di usare le abilità visuo-spaziali e di migliorare le competenze in materia di narrazione. E sia iPhoto sia iMovie sono di serie su tutti i nuovi Mac.

Schermata degli eventi in iPhoto su MacBook Pro.

Spotlight

Capita di non ricordare dove abbiamo salvato un file. Con Spotlight è facile individuare documenti, compiti e email. È una tecnologia integrata in OS X che trova gli elementi presenti nel Mac alla velocità della luce. Basta iniziare a digitare nel campo di ricerca di Spotlight e i risultati appaiono all’istante. Spotlight non trova soltanto file, cartelle e documenti, ma anche contatti, calendari, app e perfino definizioni del dizionario. E poiché la ricerca può essere estesa anche ad altri computer in rete, è facile condividere progetti e compiti con il resto della classe.

FaceTime

FaceTime può essere una finestra sull’aula, perché permette ai ragazzi che studiano da casa o in ospedale di partecipare ai corsi con il resto della classe. E i terapisti possono osservare uno studente in azione senza disturbare la lezione dell’insegnante. Grazie all’alta qualità video e al supporto per frame rate elevati, FaceTime è ideale per chi comunica con la lingua dei segni: i gesti e le espressioni facciali appaiono chiarissimi in ogni dettaglio. E poiché è di serie su tutti i Mac, iPhone, iPad e iPod touch, i ragazzi possono usarlo per comunicare con altri utenti di OS X e iOS.*

Una mamma e due figlie conversano con il fratello via FaceTime su MacBook Air.
Inizio pagina

Il Mac: una voce amica per studiare.

Per gli studenti con disabilità visive, OS X offre diverse tecnologie assistive, come il lettore di schermo integrato, l’ingrandimento dello schermo e Dettatura, che aiutano a usare al meglio il Mac.

MacBook Pro con una pagina sulla vita vicino al Polo Nord e una didascalia letta ad alta voce: “Approaching the Norwegian archipelago of Svalbard is like crossing some unseen frontier of the mind…”

VoiceOver

VoiceOver è un sensazionale lettore di schermo di serie su tutti i Mac. Ma è più di semplice strumento di sintesi vocale: VoiceOver dice agli studenti tutto ciò che accade sullo schermo del Mac, e permette loro di navigare usando i gesti, una tastiera o uno schermo braille. Inoltre utilizza Alex, la voce del Mac che parla in modo naturale. Tutto su VoiceOver

Zoom

Zoom è una funzione integrata che ingrandisce gli elementi a video fino a 20 volte. Gli studenti possono usarlo a schermo intero o attivare la modalità picture-in-picture, che mostra l’area ingrandita in una finestra separata, lasciando nella sua dimensione originale il resto dello schermo. Così possono leggere più agevolmente un tema, decifrare un diagramma o concentrarsi su una mappa. Si può attivare in vari modi, con un comando da tastiera o un gesto sul trackpad. E poiché funziona con VoiceOver, gli studenti possono vedere, e sentire, meglio cosa succede sullo schermo.

MacBook Air con una barra di navigazione web ingrandita.
Icona del microfono con il testo “The battle of Gettysburg was fought from July 1-3, 1863” .

Dettatura

Con Dettatura gli studenti parlano invece di digitare. Possono rispondere a un’email, creare una nota, cercare nel web e perfino scrivere un tema semplicemente usando la voce. Basta cliccare il pulsante del microfono e Dettatura converte in testo le parole, i numeri e i caratteri.

MacBook Pro con i colori dello schermo invertiti per facilitare la lettura.

Inverti colori

Se un maggior contrasto può aiutare a vedere meglio gli elementi a video, è possibile modificare le impostazioni dello schermo in OS X. Gli studenti possono invertire i colori, aumentare e ridurre il contrasto, oppure passare alla scala di grigi. Le impostazioni dei colori vengono applicate all’intero sistema, così tutte le app hanno sempre lo stesso aspetto.

Inizio pagina

Il Mac dà una nuova dimensione allo studio.

Gli studenti con disabilità uditive possono trarre vantaggio da tutto ciò che il Mac ha da offrire. Con FaceTime e iMessage possono comunicare facilmente con insegnanti e compagni, e grazie ai sottotitoli possono fruire dei video e migliorare la propria esperienza di apprendimento.

FaceTime

Grazie all’alta qualità video e al supporto per frame rate elevati, FaceTime è ideale per chi comunica con la lingua dei segni: i gesti e le espressioni facciali appaiono chiarissimi in ogni dettaglio. E poiché è di serie su tutti i Mac, iPhone, iPad e iPod touch, gli studenti possono parlare con utenti di OS X e iOS in un’altra classe o dall’altra parte del mondo. Proprio come se fossero faccia a faccia.*

Videochiamata FaceTime tra un padre e le figlie su MacBook Air.

Sottotitoli

I sottotitoli permettono agli studenti con disabilità uditive di comprendere meglio i contenuti video. Appaiono sullo schermo in un formato facile da leggere: le parole sono bianche su sfondo nero. OS X supporta sottotitoli di vario tipo per un’ampia gamma di materiali didattici, dai podcast ai corsi iTunes U.

MacBook Pro con sottotitoli nella parte inferiore dello schermo.
Schermata di una conversazione iMessage tra amici che programmano il weekend.

Messaggi con iMessage

I messaggi sono perfetti per le comunicazioni tra studenti con disabilità uditive. In questi casi, digitare testi è il modo più veloce e universale di comunicare. I ragazzi possono ottenere aiuto personalizzato per i compiti, o inviare e ricevere messaggi di gruppo per rimanere aggiornati sui progetti a cui collaborano con altri compagni. Grazie all’alta qualità video e al supporto per frame rate elevati, Messaggi è ideale per utilizzare servizi di video relay di altri fornitori, per esempio HOVRS.com. Gli studenti vedono chiaramente il movimento delle dita e delle mani di tutte le persone in chat, così possono comunicare a distanza esprimendo le proprie emozioni proprio come se si trovassero nella stessa stanza. Messaggi funziona con AIM, Google Talk e Jabber.

Icone dei canali destro e sinistro combinati per trasmettere l’audio su entrambi gli altoparlanti.

Audio mono

Le registrazioni stereo hanno solitamente tracce audio distinte per il canale destro e sinistro. Gli studenti con disabilità uditive in uno dei due orecchi potrebbero quindi perdere parte dei contenuti audio trasmessi nel relativo canale. OS X permette di riprodurre entrambi i canali audio in entrambe le orecchie e di regolare il bilanciamento aumentando il volume in un dato orecchio, così chi ascolta non perderà neanche un beat di una lezione, di un video didattico o di una composizione musicale.

GarageBand

Le scuole usano GarageBand per migliorare la comprensione degli studenti con disabilità uditive, in particolare i ragazzi che hanno adottato i nuovi impianti cocleari. Gli insegnanti possono creare podcast di discorsi e conversazioni e scaricarli su Mac, iPhone, iPad o iPod touch. Gli studenti li usano poi per imparare modulazione e inflessione e come distinguere una voce dall’altra. GarageBand è di serie su ogni nuovo Mac ed è perfetto per la logopedia, lo studio di lingue tonali come il cinese, o per aiutare gli studenti con disabilità uditive a comprendere il suono attraverso un file di onde audio.

Schermata di GarageBand su MacBook Pro durante la composizione di un brano.
Inizio pagina

OS X: quel tocco in più che manca alla tastiera.

Per gli studenti con difficoltà a usare la tastiera, il mouse o il trackpad, OS X mette a disposizione tecnologie che aiutano a premere i tasti e a eseguire i gesti del mouse. In alternativa, le parole possono essere convertite in testo semplicemente parlando.

Trackpad Multi-Touch

Il trackpad Multi-Touch è integrato in tutti i portatili Mac, mentre il Magic Trackpad è progettato per funzionare con i computer desktop Apple. Questi trackpad permettono agli studenti di toccare, scorrere, pizzicare e sfiorare in qualsiasi punto del Mac. Ed essendo precisissimi, i gesti Multi-Touch sono il modo più fluido, naturale e intuitivo di controllare gli elementi a video e di ingrandire testi e immagini.

Due dita che scorrono sul trackpad.
Icona del microfono con il testo “The battle of Gettysburg was fought from July 1-3, 1863” .

Dettatura

Con Dettatura gli studenti parlano invece di digitare. Possono rispondere a un’email, cercare nel web e perfino scrivere un tema semplicemente usando la voce. Per attivare Dettatura, basta posizionare il cursore in un qualsiasi campo di testo e iniziare a parlare: le parole si trasformano in testo con una minima interazione fisica.

Tasti lenti

La funzione Tasti lenti modifica la sensibilità della tastiera in modo che accetti soltanto le pressioni volute dall’utente. Lo fa creando un ritardo tra la pressione e l’accettazione della relativa azione. Gli studenti possono anche regolare il ritardo e scegliere di riprodurre un suono che li avvisa quando un carattere viene digitato.

Tasti singoli

Per gli studenti che hanno difficoltà a digitare più tasti contemporaneamente, la funzione Tasti singoli permette di premerli in sequenza. Quando immettono una combinazione di tasti, come Comando-S per salvare, OS X visualizza ciascun tasto premuto, accompagnato da un effetto sonoro, permettendo di verificarne la corretta immissione.

Scorciatoie da tastiera

Con le scorciatoie da tastiera (o combinazioni di tasti), gli studenti possono eseguire un’ampia gamma di azioni, tra cui fare un’istantanea dello schermo (Comando-Maiusc-4) e zoomare (Comando-Opzione-+), senza toccare il mouse o aprire dei menu. Possono anche creare delle scorciatoie personalizzate, e scegliere se applicarle a livello di sistema o soltanto in determinate applicazioni.

Automator

Automator permette di eseguire con un singolo clic molte operazioni complesse e ripetitive, come rinominare i file e ridimensionare le immagini, solitamente problematiche per gli studenti con difficoltà a usare il mouse o il trackpad. Basta trascinare in un flusso di lavoro le azioni da eseguire in base all’ordine preferito, e Automator le ripeterà tutte le volte che si vuole. Automator può anche registrare le azioni svolte dagli studenti e memorizzarle in un flusso.

Risorse