Romeo e Giulietta.
Un classico nuovissimo.

Larry Reiff, docente di lettere al primo anno delle superiori, insegna Shakespeare da anni, ma mai come adesso. Con l’iPad, le app e i social network, dà vita a un classico come Romeo e Giulietta e riesce a rendere attuale per gli adolescenti di oggi un’opera del 1597.

“Come posso far appassionare i miei alunni a un’opera letteraria di 400 anni fa? Usandola per fare qualcosa e trasformando le parole stampate in un’esperienza.”

Larry Reiff, insegnante di lettere, Roslyn High School, New York

1

Introdurre l’argomento.

Con l’iPad, gli alunni esplorano la lingua dei classici in modi nuovi.

Per molti ragazzi la lingua di Shakespeare può rappresentare una sfida. Ecco perché Larry inizia con due attività di lettura che aiutano gli alunni a decodificare i versi del bardo.

3000

parole introdotte da Shakespeare nella lingua inglese


“Con iPad i ragazzi non si limitano a leggere: interagiscono col testo. È così che risveglio il loro interesse e li coinvolgo.”

2

Aiutare gli studenti nella comprensione.

L’iPad trasforma le lezioni di letteratura in un’esperienza interattiva.

Le rappresentazioni in classe sono un tipico modo di studiare Shakespeare. Larry e la sua classe rendono questo metodo ancora più speciale con attività in cui i ragazzi lavorano autonomamente e creano performance coinvolgenti.

91%

degli alunni di Larry ritiene di aver imparato di più su Romeo e Giulietta grazie ad iPad


“Mi piace usare l’iPad per insegnare, perché offre ai miei studenti tantissimi modi per dimostrarmi che hanno capito l’argomento.”

3

Mettere in pratica quanto appreso.

Con iPad ogni studente diventa primo attore

Ultimo atto: come progetto finale gli alunni analizzano una scena da un adattamento moderno dell’opera. Larry lascia scegliere a ognuno l’app con cui esprimere al meglio le proprie idee.

200

video su Shakespeare creati dagli alunni di Larry con iMovie e altre app

Gli alunni usano i social network per immedesimarsi con i personaggi per l’intera durata dell’unità didattica.

Pagine del profilo. Scrivere il diario dei personaggi dell’opera è uno dei modi in cui i ragazzi imparano a immedesimarsi con loro. Ma invece del solito diario, questi alunni creano un profilo su un social network. Larry spiega: “Si tratta dello stesso compito, solo adattato per un pubblico del XXI secolo”.

Aggiornamenti di stato. Nel profilo creato i ragazzi assumono l’identità dei vari personaggi e postano commenti usando le parole di Shakespeare. Inviano richieste di amicizia, cliccano “Mi piace” su film e musica, e aggiornano il proprio stato in base agli eventi dell’opera.

Valutazioni in 140 caratteri. Gli alunni di Larry usano brevi frasi e citazioni per esprimere ciò che hanno compreso dei pensieri e delle emozioni dei personaggi in una certa scena. In base a quello che scrivono e a come interagiscono, l’insegnante è in grado di valutare quanto hanno appreso.

“Insegno sempre la stessa unità, indipendentemente dal livello dei ragazzi che ho davanti. In questo modo, sia i più bravi sia quelli che fanno un po’ più fatica, possono trarne qualcosa. Le possibilità di apprendimento sono differenziate.”

iTunes U

Un solo posto per tutto.

Guarda sull’App Store

Larry Reiff usa iTunes U per organizzare e inviare direttamente sull’iPad dei propri studenti tutti i libri, i materiali, le app, i film e i compiti necessari per il suo corso.

Guarda quello che puoi fare con iTunes U

Personalizzare e perfezionare la lezione.

Con la gamma di app, libri, podcast, film e brani musicali disponibili su iTunes, preparare una lezione innovativa e personalizzata è più facile di quanto si pensi. Dai un’occhiata alle app che usa Larry, oppure esplora altri modi di integrare l’iPad nella didattica.

Scarica una guida sui materiali didattici di iTunes Scopri la raccolta su Shakespeare su iTunes