Un capolavoro dal primo all’ultimo pixel.

iMac è da sempre un concentrato delle nostre tecnologie più evolute. E proprio perché non smette mai di superarsi, continua a essere il massimo degli all-in-one. Il display Retina ne è la dimostrazione più lampante. Abbiamo aumentato la densità dei pixel per offrirti una precisione ultradettagliata. E abbiamo rimesso in discussione tutte le tecniche di progettazione integrata per raggiungere un livello eccezionale di accuratezza e raffinatezza. Il risultato? Uno splendido display incredibilmente sottile che è un’esplosione di colore e contrasto, senza compromessi.

Display RetinaPrecisione assoluta. Ripetuta 14,7 milioni di volte.

Ogni millimetro del display Retina è stato progettato e costruito con i più alti standard di precisione. E i 14,7 milioni di pixel sono pronti a dartene prova. Proprio come il pannello del display, spesso solo 1,4 mm: lo abbiamo ideato pensando all’occhio umano, per rendere ogni interazione più naturale possibile. Il nuovo iMac con display Retina 4K da 21,5" nasce da questa maniacale attenzione ai dettagli; e come il display Retina 5K, offre una gamma cromatica più ampia e una resa del colore più precisa.

iMac 21,5" 9,4 milioni di pixel
iMac 27" 14,7 milioni di pixel

Palette di colori più ampia La vita in tutte le sue sfumature.

Molti dei colori vividi e unici che vedi intorno te sono impossibili da ottenere su uno schermo tradizionale. Ma il display Retina ha una gamma cromatica più ampia, il che significa che è in grado di ricreare più colori. Addirittura il 25% in più. Un bel tramonto sulla spiaggia o la maglietta della tua squadra di calcio preferita: sarà come vederli dal vivo, su un display più brillante che mai.

Il 25% di colori in più
per il 100% di emozioni in più.

Per vedere i colori esattamente come appaiono nella realtà è necessario catturare anche le sfumature più impercettibili. È proprio a questo che serve una gamma cromatica più ampia. Il display Retina va oltre le capacità di un tradizionale schermo sRGB perché usa il nuovo standard P3. Significa che i classici LED bianchi sono stati sostituiti da sofisticati LED al fosforo rossi e verdi. Ora tutti e tre i colori (rosso, verde e blu) sono presenti in modo più equilibrato, e le mille sfumature del mondo reale si accendono sullo schermo con una resa più bilanciata e accurata.

Il colore che scatti è il colore che vedi.

Molte fotocamere e videocamere, incluse le reflex DSLR e le videocamere professionali, sono in grado di catturare una varietà di colori molto più estesa rispetto al tipico gamut sRGB. Grazie alla gamma cromatica più ampia, lo standard P3 porta molti di questi nuovi colori sul display Retina dell’iMac. Prova a rielaborare le tue immagini RAW: scoprirai tantissime sfumature mai viste.

Passivazione organica
Fotoallineamento
Timing Controller
Strato di compensazione

TecnologiaInnovazione al massimo livello.
Su tutti i livelli.

Per progettare il display Retina abbiamo dovuto calibrare con precisione i 23 strati che compongono un pannello spesso appena 1,4 millimetri. In questa fase abbiamo migliorato non solo la risoluzione, ma anche la qualità dell’intero display dell’iMac. Oltre a dettagli nitidissimi, vedrai neri più profondi, colori più brillanti e immagini che bucano lo schermo.

Pannello 1,4 mm di spessore

14,7 milioni di pixel. E sono tutti ai tuoi ordini.

Un timing controller più evoluto. Il timing controller, o TCON, è il cervello dello schermo: dice a ogni pixel cosa fare e quando farlo. Ma nemmeno i timing controller più potenti in circolazione erano in grado di comandare l’infinità di pixel dei display Retina 4K e 5K dell’iMac. Quindi ne abbiamo creato uno nuovo: ora, un solo chip superpotente dirige fino a 14,7 milioni di pixel.

Timing Controller

A tutti i pixel, un segnale forte e chiaro.

Passivazione organica. Sullo schermo del display Retina ci sono così tanti pixel che per assicurare il corretto passaggio delle informazioni abbiamo dovuto utilizzare la tecnologia di passivazione organica, o “overpass”. Serve a separare i pixel dai segnali che li attivano, eliminando alla base le interferenze che potrebbero crearsi tra tanti pixel così ravvicinati. In questo modo la qualità dell’immagine rimane eccellente anche durante la trasmissione dei segnali.

Passivazione organica

Immagini fedelissime da ogni punto di vista.

Fotoallineamento. Per migliorare il contrasto in asse abbiamo adottato un innovativo processo detto fotoallineamento. Questa tecnica all’avanguardia usa la luce UV per uniformare il film che riveste il TFT e il filtro del colore, così da poter posizionare le molecole dei cristalli liquidi con estrema precisione. E molecole meglio allineate ti regalano un contrasto migliore quando ti trovi davanti allo schermo.

Strato di compensazione. Un display così può richiamare una piccola folla, ma con dimensioni come queste c’è il rischio di vedere gli angoli fuori asse, anche se si guarda al centro dello schermo. Per avere un contrasto perfetto da ogni angolazione, abbiamo utilizzato uno strato di compensazione che controlla il modo in cui la luce esce dallo schermo. Il risultato? I colori sono più realistici, da qualunque punto di vista.

Strato di compensazione
Fotoallineamento
Strato di compensazione
Fotoallineamento

Design5 millimetri. Lo spessore giusto per fare cose enormi.

Il primo iMac è stato un’autentica rivoluzione. Un computer all-in-one in cui tutto era racchiuso in un guscio dalle linee pulite ed eleganti: schermo, processore, grafica, archiviazione, memoria. L’iMac di oggi ha lo schermo più evoluto e brillante che abbiamo mai creato per un computer desktop, e una serie di nuovissime tecnologie ad alte prestazioni. Eppure è ancora sottilissimo: solo 5 mm lungo i bordi.

5 mmlungo i bordi

Un design tutto d’un pezzo.

Trovare un modo per unire la parte anteriore a quella posteriore dell’iMac è stata una delle sfide più impegnative per i nostri ingegneri. Con un guscio così sottile, era impossibile saldare le due metà usando le tecniche tradizionali. Allora abbiamo scelto un processo diverso: la saldatura FSW (friction stir welding). Si usa l’attrito per generare una pressione e un calore così intensi da miscelare le molecole delle due superfici di alluminio e creare una giunzione precisa, solidissima e impercettibile.

AmbienteiMac e il pianeta.

Sa risparmiare energia.

Pur avendo gli schermi a più alta definizione che abbiamo mai creato, grafica potente e il sistema operativo desktop più evoluto al mondo, gli iMac con display Retina da 21,5" e 27" consumano pochissimo: appena 1,2 watt quando sono in stop.

Qua la mano, ambiente.

iMac è privo di sostanze tossiche come mercurio, arsenico, berillio, BFR e PVC. Per realizzarlo scegliamo materiali altamente riciclabili come l’alluminio e il vetro, più facili da riutilizzare. La base dell’iMac è fatta al 30% di alluminio riciclato e l’alloggiamento dell’altoparlante è composto al 30% di plastica riciclata.

Fatto con coscienza.

I nostri sforzi si vedono: l’iMac supera i severi standard di risparmio energetico definiti dall’EPA, l’Agenzia governativa per l’ambiente degli Stati Uniti. Così ha ottenuto la certificazione ENERGY STAR 6.1, e anche la certificazione EPEAT Gold, che valuta l’impatto ambientale di un prodotto in termini di riciclabilità, consumi e metodo di fabbricazione.*