Abbiamo fatto straordinari passi avanti. E di lato.

Appena ti siedi davanti a un iMac succede qualcosa di incredibile: intorno a te tutto scompare, e ti ritrovi immerso nella grandissima bellezza dello schermo. Per creare un’esperienza così coinvolgente abbiamo spinto più in là tutti i limiti, ripensato ogni dettaglio, e portato l’iMac in una nuova dimensione mai vista prima.

Il massimo degli all-in-one. Spinto oltre il massimo.

Il primo iMac è stato una rivoluzione. Un computer all-in-one in cui tutto era racchiuso in un guscio dalle linee pulite ed eleganti: schermo, processore, grafica, archiviazione, memoria. Da lì in poi è stata una continua innovazione. E oggi spostiamo l’asticella ancora più in alto. iMac ha lo schermo più evoluto e brillante che abbiamo mai creato per un computer desktop, oltre a un’incredibile serie di nuovissime tecnologie ad alte prestazioni. Eppure lungo i bordi è spesso appena 5 mm, e ha un volume fino al 40% inferiore rispetto alla precedente generazione di iMac. Creare un computer così è stata una vera impresa: di ingegneria, e prima ancora di immaginazione. Abbiamo inventato tecnologie, sperimentato nuove tecniche di fabbricazione e ideato modi tutti nuovi per fare di più in meno spazio.

Fino al 40% più compatto
Bordo di 5 mm

Un cambiamento a livello molecolare.

Trovare un modo per unire la parte frontale a quella posteriore è stata una bella sfida per i nostri ingegneri: con un guscio così sottile, era impossibile saldare i pezzi usando le tecniche tradizionali. Abbiamo valutato un’infinità di idee diverse, finché non abbiamo trovato l’unica soluzione possibile: il processo di saldatura per frizione e rimescolamento, o FSW (friction-stir welding). È una tecnica usata per le ali degli aerei e i serbatoi dei razzi spaziali, e questo la dice lunga: stiamo parlando di componenti che non possono assolutamente cedere. Attraverso una combinazione di pressione e attrito, il processo crea un calore talmente intenso da miscelare le molecole delle due superfici di alluminio e creare così una giunzione precisa, ultrasolida e impercettibile. Tu magari non l’hai nemmeno notata, ma è quello che rende possibile l’esistenza di questo iMac.

L’evoluzione dell’iMac

  • 1998
  • 2000
  • 2002
  • 2004
  • 2005
  • 2007
  • 2009
  • Oggi

Schermo riprogettato. Vorrai scoprire cosa c’è dietro.

Colori calibrati. Uno per uno.

Tutte queste innovazioni al display dell’iMac servirebbero a ben poco, se i colori non risultassero vividi e ultrarealistici. È per questo che abbiamo sottoposto ogni schermo a un accurato processo di calibrazione dei colori con tre spettroradiometri di ultima generazione: uno per misurare la gamma, uno per il punto di bianco e uno per verificare il lavoro degli altri due. In fatto di precisione e accuratezza dei colori, è una tecnica che soddisfa requisiti riconosciuti in tutto il mondo.

iMac e l’ambiente. Altamente riciclabile e più attento ai consumi.

Maggiore risparmio energetico.

Questo iMac offre prestazioni superiori rispetto a tutti gli iMac precedenti, ma non solo: è anche più attento ai consumi, perché usa fino al 50% di elettricità in meno quando è inattivo ma con lo schermo acceso. E i suoi componenti hardware lavorano a braccetto con il sistema operativo, per risparmiare in questo modo ancora più energia.

Qua la mano, ambiente.

L’iMac è ecocompatibile perché è privo di sostanze tossiche come mercurio, arsenico, BFR e PVC. Ed è realizzato con materiali altamente riciclabili come l’alluminio e il vetro, quindi è più facile che i suoi componenti vengano riutilizzati.

Un impegno premiato a pieni voti.

Tutti i nostri sforzi si vedono: l’iMac rispetta i severi standard di risparmio energetico definiti dall’EPA, l’Agenzia governativa per l’ambiente degli Stati Uniti, e per questo ha ottenuto la certificazione ENERGY STAR 5.2. Ha ricevuto anche la certificazione EPEAT Gold, che valuta l’impatto di un prodotto sull’ambiente a seconda di quanto è riciclabile, di quanta elettricità consuma e di come è progettato e fabbricato.*

Usa fino al 50% di elettricità in meno
Al
Alluminio
Si02
Vetro