Il bello del progresso.

L’iPhone è il frutto di un’immaginazione continua, la stessa immaginazione che oggi ci ha portato all’iPhone 5s. E si aprono nuovi scenari, con l’architettura a 64 bit, il sensore di impronte digitali e un flash a doppio LED mai visto prima su uno smartphone. Caratteristiche che si adattano alle persone, non viceversa. Perché l’innovazione consapevole va oltre la tecnologia fine a sé stessa. Ecco cos’è il progresso. Una cosa meravigliosa.

Per alzare l’asticella, è utile averla alzata già un paio di volte.

iPhone 5 ha aperto un mondo. Gli ingegneri e i designer Apple sono riusciti a racchiudere tecnologie mai viste prima in appena 7,6 mm di spessore e 112 grammi di peso. Un’impresa che li ha costretti a creare o ripensare una serie di componenti. Il risultato è stato uno smartphone straordinariamente sottile, leggero e potente. Da questi traguardi siamo ripartiti verso l’iPhone 5s. E nonostante l’incredibile sfida ingegneristica, siamo riusciti a renderlo ancora più potente senza aumentarne peso e dimensioni.

7,6
Profondità (mm)
112
Peso (g)

Ispirato a un modello inimitabile. La tua impronta digitale.

Fin dal primo modello, iPhone ha fatto scoprire al mondo il modo più naturale per interagire con uno smartphone: il tocco. Un tocco e ascolti una canzone. Un tocco e navighi. Un tocco e fai una foto. E tutto è partito da una cosa semplicissima: il tuo dito. Oggi abbiamo raggiunto la nuova frontiera della tecnologia touch: Touch ID, il nuovo sensore di impronte digitali. Se ci pensi, la tua impronta digitale è la password migliore che esista: è sempre con te, e nessuno potrà mai indovinarla. Ma al di là di questo, ci sembrava logico che un telefono riconoscesse il proprietario. Se sa chi sei, non ti obbliga a ricordarti ogni volta una password. Sapevamo di dover riuscire a posizionare il sensore nel punto che tocchi ogni volta che prendi in mano l’iPhone: il tasto Home. Ma come inserire tutte le tecnologie necessarie in uno spazio così piccolo?

È servito un team di esperti di biometrica e di progettisti hardware per ripensare il funzionamento del sensore e ridisegnare il tasto Home. Ora è realizzato con cristallo di zaffiro tagliato al laser, e la sua superficie proietta l’immagine del dito a un sensore tattile capacitivo in grado di leggere oltre gli strati più esterni dell’epidermide per ottenere un’impronta digitale dettagliata. Intorno al tasto, un anello in acciaio inossidabile rileva la presenza del dito, attiva il sensore e permette di migliorare il rapporto segnale/rumore. A questo punto il software legge i rilievi della tua impronta e trova la corrispondenza che sblocca il telefono. È una tecnologia talmente evoluta che diventa invisibile, quando la usi. E così non devi pensare a niente. Ti accorgerai soltanto di quanto sia semplice e intuitivo sbloccare il tuo iPhone.

Cristallo di zaffiro tagliato al laser

Anello di rilevamento in acciaio inossidabile

Sensore capacitivo Single-Touch

Interruttore tattile

Migliori performance senza ridurre la durata della batteria. Impossibile, vero?

Prestazioni più veloci e grafica più realistica: sono gli obiettivi con cui creare ogni nuovo processore mobile. Ma le prestazioni non possono andare a discapito dell’efficienza. E infatti con iPhone non abbiamo mai sacrificato l’autonomia sull’altare della velocità. Di conseguenza, per l’iPhone 5s abbiamo progettato due nuovi chip: il processore A7 e il coprocessore M7.

Il processore A7 ha un’architettura a 64 bit: un livello mai raggiunto su uno smartphone. L’evoluzione ai 64 bit ha richiesto anni di lavoro, ma ora con iPhone 5s hai in mano una potenza di livello desktop. Scegliere di passare ai 64 bit è stato facile: ci è bastato immaginare quante cose saranno possibili, con un iPhone così. Il chip A7 mette il turbo alle performance di iPhone 5s: sia la CPU sia la grafica sono fino a due volte più veloci rispetto alla generazione precedente. Ha un processore del segnale immagine completamente nuovo, e supporta OpenGL ES 3.0, per effetti visivi fino a oggi possibili solo su PC e console per videogiochi. E nonostante tutte le cose che ti permette di fare, il processore A7 non ti prosciuga la batteria.

Il nuovo coprocessore M7 aumenta ulteriormente l’efficienza, perché alleggerisce il lavoro del chip A7 raccogliendo dall’accelerometro, dal giroscopio e dalla bussola le informazioni sui movimenti. Così le app possono usare questi dati senza dover ricorrere costantemente al chip A7. E dato che il coprocessore M7 è stato progettato espressamente per svolgere questo compito, consuma molto meno del chip A7. E ancora una volta, è la batteria a trarne vantaggio.

CPU fino a 40x
più veloce dell’iPhone originale
GPU fino a 56x
più veloce dell’iPhone originale

La fotocamera più amata al mondo è stata un punto di partenza niente male.

Ti accorgi che la fotocamera di uno smartphone è diventata indispensabile quando risponde a certi requisiti: deve fare belle foto in qualsiasi situazione; deve avere tante funzioni senza essere complicata; deve stare in un un dispositivo abbastanza sottile e leggero da poterti seguire ovunque. La fotocamera iSight fa bene tutte queste cose. Tanto bene da essere diventata la fotocamera più amata al mondo. Ma anche se chi la usa la adora, noi non eravamo soddisfatti. Quando abbiamo iniziato a pensare a come migliorarla, sapevamo di avere davanti due scelte: aggiungere megapixel per pure ragioni di immagine e marketing, oppure tenere 8 megapixel ma passare a un sensore più grande e all’avanguardia.

Un sensore più grande vuol dire che ogni singolo pixel è più grande. Ed è la dimensione dei pixel, non il loro numero, a rendere più belle le foto. Così ora iPhone 5s ha un nuovissimo sensore da 8MP: più grande del 15%, con pixel che misurano 1,5 micron. E abbiamo anche aumentato l’apertura del diaframma: ƒ/2.2. Tutte cose che hanno aumentato del 33% la sensibilità alla luce. È un dato importante, perché più luce significa immagini più luminose con colori ancora più precisi. In più, il nuovo flash True Tone capisce in modo intelligente quanta luce dare ai tuoi soggetti. Come mai abbiamo aggiunto tutte queste novità a una fotocamera già così avanzata? Perché è molto più sensato insegnare ad iPhone a fare grandi foto, che trasformare tutti in fotografi professionisti.

15%
Sensore immagine più grande
ƒ/2.2
Maggiore apertura
33%
Più sensibile alla luce

La fotocamera iSight di iPhone 5s è migliorata ancora. Scopri come.

Scopri tutte le nuove funzioni e i miglioramenti

iOS 7 riesce a farti sentire a tuo agio pur facendo un grande passo avanti.

Per progettare iOS 7 nel modo migliore, siamo partiti dal considerare i dispositivi sui quali sarebbe stato usato. Sapevamo che l’iPhone 5s avrebbe avuto a disposizione la potenza del chip A7 e dell’architettura a 64 bit, e abbiamo fatto in modo che iOS 7 ne potesse trarre il massimo vantaggio. Ma non ci siamo limitati a questo: volevamo anche prendere un sistema operativo amatissimo e familiare a milioni di persone, e renderlo ancora più facile, utile e divertente.

iOS 7 è la quintessenza della semplicità. L’interfaccia è stata attentamente pensata per non essere mai invadente e tutti gli elementi che non servivano sono stati eliminati, così ora c’è più posto per le cose che ti servono davvero. L’uso di livelli e trasparenze crea una profondità tridimensionale che ti dà subito il senso dello spazio, mentre animazioni e movimenti rendono tutto più coinvolgente. In sintesi, usare iOS 7 è un’esperienza capace di superare qualunque aspettativa. Anche per questo diciamo che iPhone 5s è frutto di una continua immaginazione.

Dietro queste custodie colorate c’è un bel po’ di materia grigia.

Per noi la custodia iPhone 5s Case, più che un semplice accessorio, doveva essere l’anima gemella di iPhone 5s e del suo inconfondibile design. Ecco perché l’abbiamo creata con tanta cura e passione. Abbiamo usato pelle di prima qualità selezionata a mano, come negli oggetti di lusso. La pelle riveste i tasti del volume, il tasto di accensione e gli spigoli smussati con una precisione che nessun’altra custodia per iPhone può eguagliare. Solo così l’iPhone 5s rimarrà sempre incredibilmente sottile ed elegante.

Il segreto è avvolgere un unico pezzo di pelle intorno a un robusto telaio, con un procedimento che fonde artigianalità e meccanica di precisione. Ne nasce un design impeccabile, in cui ogni dettaglio è ponderato con enorme attenzione. All’interno una morbida fodera in microfibra protegge ogni millimetro del tuo iPhone. E l’esterno non è da meno: i pigmenti infusi in profondità nella pelle garantiscono che ognuno dei sei colori non sia semplicemente bellissimo a prima vista, ma lo rimanga giorno dopo giorno.