Lavorare con iPhone

Grupo BBVA

La banca su iPhone e iPad.

Attualmente uno degli istituti finanziari più grandi al mondo, Grupo BBVA è stato creato nel 1999 dalla fusione di due grandi banche in un'unica, efficiente struttura organizzativa operante nei Paesi di lingua spagnola. Per questa megabanca con sede a Madrid, iPad e iPhone sono fondamentali per velocizzare i principali workflow, migliorare le comunicazioni interne e offrire servizi di qualità impeccabile ai suoi quasi 50 milioni di clienti in tutto il mondo.

“Stiamo notando che la produttività dei dipendenti aumenta se usano un iPhone o un iPad. Questi dispositivi stanno cambiando il modo di lavorare di tutti noi” afferma Luis Uguina, responsabile canali remoti e business digitale di Grupo BBVA.

iPad e iPhone aiutano il management di BBVA a prendere decisioni e risolvere problemi più rapidamente e in modo più efficace. Anche in viaggio o in riunione, i manager possono autorizzare in un attimo le spese o rispondere a richieste urgenti. “Da quando usiamo questi dispositivi, processi che una volta richiedevano settimane ora vengono completati in poche ore” sostiene Uguina. “I dipendenti possono svolgere fuori ufficio attività che prima potevano eseguire solo davanti a un PC.”

Con il passaggio a flussi di lavoro sempre più basati su cloud e collaborazione, iPad e iPhone sono ancora più preziosi, poiché consentono di accedere facilmente ai dati aziendali e rimanere in contatto con i colleghi.

“Apro l’iPad e in un attimo sono in contatto con tutto il team” sostiene Beatriz Lara, responsabile innovazione di BBVA. “Abbiamo tutti gli strumenti che ci servono su un dispositivo che è sottile quasi come un foglio di carta.”

Una banca più efficiente, ovunque

iPad e iPhone non vengono usati solo internamente: per BBVA rappresentano anche una piattaforma ideale per fornire le informazioni ai clienti, con la rapidità che è richiesta nell’attuale panorama finanziario.

"È vero che BBVA è uscita molto bene dalla recente crisi finanziaria mondiale, ma le cose sono cambiate” dice Gregorio Panadero, responsabile comunicazione e brand per BBVA. “Dobbiamo essere molto più vicini ai clienti. Investendo in tecnologia riduciamo i costi operativi e possiamo fornire servizi migliori a prezzi più contenuti.”

Lara concorda: “Negli ultimi anni, la tecnologia ha rivoluzionato il settore bancario. Dobbiamo sviluppare nuove competenze in campo digitale e nuovi approcci commerciali per diventare una vera banca globale.”

Per favorire le relazioni con i clienti, BBVA ha sviluppato diverse app per iPhone, per rispondere a esigenze e interessi specifici. I dirigenti hanno iniziato a usare l’iPad anche per scambiare informazioni con i clienti.

“Le dimensioni lo rendono perfetto per interagire con il pubblico” dice Uguina. “È estremamente maneggevole, ma abbastanza grande per mostrare ai clienti tutte le informazioni che servono. E ha una batteria che dura a lungo, cosa che purtroppo un PC non ha.”

App per un business globale

Oltre alle applicazioni per i clienti, BBVA ha sviluppato app in-house come una directory globale dei dipendenti, un giornale interno e Workflows Control, uno strumento di gestione del flusso di lavoro per iPhone e iPad.

Inoltre, attraverso un portale dedicato i dipendenti di BBVA possono scaricare altre app dall’App Store, per esempio Junos Pulse per connessioni sicure tramite VPN, e Pages, Numbers e Keynote della suite iWork di Apple.

“Usiamo anche l’app MicroStrategy Mobile per la gestione interna delle dashboard e dei dati” dice Uguina. “Invece di portare in riunione stampe o PowerPoint come in passato, ora possiamo accedervi in tempo reale, direttamente dai sistemi della banca.”

E con l’applicazione Tango Video Calls per videoconferenze, non è un problema tenere riunioni con colleghi di altre sedi. “Tutti i nostri dirigenti si sono appassionati all’iPad” dice Panadero. “Lo usano non solo per lavorare e accedere alle informazioni, ma anche per le videoconferenze.”

Sicurezza finanziaria totale

iPad e iPhone offrono da subito un ottimo livello di sicurezza, fondamentale per i flussi di lavoro mobili di BBVA. Per autorizzare e gestire le migliaia di dispositivi, l’azienda si avvale anche di MobileIron e Afaria per la gestione dei dispositivi mobili (MDM).

“Dobbiamo avere il massimo livello di sicurezza” dice Uguina “e iPhone e iPad hanno superato tutti i test a riguardo. E se qualcuno perde il dispositivo, possiamo cancellarne i dati a distanza.”

Supporto e training sono ridotti al minimo, aggiunge: “L’installazione e la distribuzione sono semplicissime. Per entrambi i dispositivi, l’esperienza utente è straordinaria: i dipendenti imparano a usarli praticamente da subito”.

La banca del futuro

Con l’espansione nei mercati di Sud America, Europa e Stati Uniti, e più di recente Cina, Grupo BBVA aspira ad aumentare la produttività e l’innovazione puntando su iPhone e iPad.

“Per noi, innovazione significa semplicità” dice Panadero. “E iPhone e iPad sono estremamente semplici e intuitivi. Avere tutto quello che ti serve in un unico dispositivo è semplicemente straordinario.”

“E questo è solo l’inizio” aggiunge Uguina. “Con gli strumenti che iPhone e iPad ci offrono, saremo in grado di sviluppare nuove applicazioni che oggi sembrano fantascienza. iPhone e iPad ci avvicinano alla nostra idea di banca del futuro.”

Istantanea dell’azienda

  • Fondata nel 1857 a Bilbao, Spagna
  • 110.000 dipendenti in 32 Paesi
  • Più di 49 milioni di clienti
  • Oltre 7.400 filiali in Spagna e Sudamerica e in rapida crescita negli USA
  • www.bbva.com

“La produttività dei dipendenti aumenta se usano un iPhone o un iPad. Questi dispositivi stanno cambiando il modo di lavorare di tutti noi.”

Luis Uguina, Responsabile canali remoti e business digitale, Grupo BBVA


“Apro l’iPad e in un attimo sono in contatto con tutto il team. Abbiamo tutti gli strumenti che ci servono su un dispositivo che è sottile quasi come un foglio di carta.”

Beatriz Lara, Responsabile innovazione, Grupo BBVA


“Tutti i nostri dirigenti si sono appassionati all’iPad. Lo usano non solo per lavorare e accedere alle informazioni, ma anche per le videoconferenze.”

Gregorio Panadero, Responsabile comunicazioni e brand, Grupo BBVA