Lavorare con iPhone

M6

Guarda l’iPhone in azione.

Guarda il video

Con iPhone, un gigante dei media si evolve.

Innovazione e nuove tecnologie sono la linfa vitale di Groupe M6. Il gruppo multimediale francese è una fucina di contenuti creativi e servizi tra cui il canale televisivo di punta M6, i canali digitali e varie divisioni per la produzione di film, la pubblicazione di libri e musica, l’e-commerce, i giochi e i video pay-per-view.

Per essere sempre avanti, M6 si affida ad iPhone. “Una parte dell’ufficio e del sistema informativo è sempre con te, a portata di mano, e questo permette di instaurare una relazione più moderna e all’avanguardia con le informazioni e con l’azienda stessa,” dice Christophe Foglio, Chief Technology Officer di Groupe M6.

Una nuova relazione

“iPhone è lo strumento che consente ai nostri dipendenti di condividere e comunicare in un modo nuovo e rivoluzionario,” afferma ancora Foglio.

Decidere di passare all’iPhone è stato semplice. “Quando l’iPhone è arrivato sul mercato, abbiamo subito capito che si trattava di uno strumento per le imprese,” ricorda Foglio. “Prima avevamo una serie di diversi dispositivi e telefoni di tante marche: l’iPhone li ha sostituiti tutti.”

Secondo Christophe Foglio, l’iPhone è perfetto per il mondo enterprise per tantissime ragioni, tra cui la capacità di sincronizzarsi con Outlook e le funzioni di sicurezza integrata, come la possibilità di autenticarsi. E se l’iPhone viene smarrito o rubato, i dati sensibili possono essere cancellati over-the-air in remoto.

Alla M6, ogni iPhone è perfettamente integrato nel sistema informativo aziendale, compreso l'elenco telefonico interno. Inoltre, i dipendenti possono accedere alle informazioni riservate soltanto con il certificato di sicurezza specifico per il loro iPhone. Tutti gli utenti hanno iTunes per installare le applicazioni in-house interne di M6.

Fondamentali applicazioni in-house

M6 ha sviluppato rapidamente quattro applicazioni a uso interno, dedicando a ciascuna un paio di mesi circa. Laurent Codaccioni, Responsabile IT Architecture, ricorda che per creare prototipi funzionanti sono bastati 10 giorni. Poiché la sicurezza è fondamentale, le informazioni disponibili tramite le app non sono mai archiviate sugli iPhone, ma conservate in file temporanei.

L’app “e-Report” invia agli ingegneri un feedback tecnico immediato su tutte le trasmissioni. “e-News” invia notizie dell’ultima ora a giornalisti e tecnici. “e-TDB” consente agli utenti di visualizzare il fatturato dell’azienda e altri dati finanziari. “Audience” permette di accedere ai dati quotidiani sull’ascolto non appena vengono pubblicati.

Le app M6 sono diventate fondamentali. Prima dell’arrivo dell’iPhone e di e-Report, se c’era un problema su uno dei canali era più difficile valutarlo rapidamente. Per risolverlo, bisognava visualizzare il problema su un’antenna parallela o farselo descrivere al telefono.

“Oggi con e-Report possiamo accedere direttamente ai problemi dal nostro iPhone e quindi ai filmati interessati, con un vantaggio considerevole,” spiega Foglio. “Milioni di spettatori guardano i nostri programmi e se c’è un problema dobbiamo reagire molto rapidamente.”

L’app Audience è altrettanto efficiente. I dati sull’ascolto sono subito disponibili e in un formato personalizzato e intuitivo. Prima di Audience, i dirigenti ricevevano un file in PDF progettato e distribuito dall’agenzia di rating.

Un altro vantaggio è dato dal fatto che l’iPhone e le applicazioni richiedono un’assistenza minima. Il reparto informatico di M6 riceve pochissime richieste dagli utenti aziendali. “Le applicazioni sono molto stabili, quindi nessuna nuova, buona nuova,” commenta Foglio.

Evoluzione

Lavorare con l’iPhone ha dato un'accelerata all'evoluzione dell'azienda. “iPhone è uno strumento di lavoro che ci permette davvero di muoverci rapidamente e lavorare meglio in modo naturale,” afferma Thomas Valentin, vicepresidente del consiglio di amministrazione. “Al giorno d’oggi non possiamo stare chiusi qui alla M6, distanti dalla realtà dei consumi e dagli interessi dei telespettatori e dei giovani in particolare.”

Oltre a semplificare il lavoro, l’iPhone sta migliorando il modo in cui M6 trasmette i contenuti al suo pubblico, che per lo più è composto da giovani. Per fare un esempio, i programmi di M6 sono disponibili per iPhone. “Oggi dobbiamo offrire i nostri programmi ovunque e a qualsiasi ora,” continua Valentin. “Questo include anche il più mobile dei mezzi di comunicazione.”

iPhone è diventato così fondamentale che per Christophe Foglio la relazione con M6 non può non continuare. “iPhone è un progresso della tecnologia di cui non potremo mai più fare a meno,” afferma. “Sta semplicemente cambiando il nostro modo di lavorare.”

Istantanea dell’azienda

  • Groupe M6 (Groupe Métropole Télévision)
  • Gruppo multimediale di spicco: 10 canali televisivi, telefonia mobile, e-commerce, club calcistico di Premier League, editoria, produzione di film e giochi online
  • Sede a Parigi, Francia
  • www.groupem6.fr

“Essere all’avanguardia della tecnologia è nel nostro DNA e con iPhone siamo sempre in vantaggio.”

Thomas Valentin, vicepresidente del consiglio di amministrazione, Groupe M6


“È tutta un’altra dimensione. L’iPhone ha modificato il nostro rapporto con l’informazione.”

Christophe Foglio, Chief Technology Officer, Groupe M6


“Avevamo tantissimi dispositivi e telefoni di marche differenti; quando è arrivato l’iPhone, era chiaro che li avrebbe sostituiti tutti.”

Christophe Foglio, CTO, Groupe M6


“Alla M6 abbiamo davvero spinto la tecnologia verso quanto c'è di meglio e di più innovativo. E con le applicazioni per l’iPhone non c'è limite all’innovazione.”

Laurent Codaccioni, Responsabile IT Architecture, Groupe M6