Lavorare con iPhone

Surfline

“Molti di noi qui in Surfline, prima di alzarsi dal letto la mattina, controllano le onde e le videocamere sull'iPhone. L'idea di vedere un video su un dispositivo mobile è stato solo un sogno per molto tempo. E quel tempo è adesso.”

Brian Mezger
Director of Technology
Surfline

Surfline

Inseguire le onde, nel palmo di una mano.

Con 150 videocamere in streaming live nelle principali località di surf in tutto il mondo e un sofisticato sistema software progettato per prevedere le condizioni delle onde persino con una settimana di anticipo, Surfline.com è il paradiso dei surfisti. Ecco perché 1,5 milioni di utenti web e altri 500.000 utenti mobili usano questo sito ogni mese.

Per mantenere Surfline sempre operativo, senza guasti né interruzioni, Graeme Rae, Scientific Product Manager, usa iPhone.

“Il surf non si ferma mai,” dichiara. “Con l'iPhone, posso riavviare un server direttamente dalla spiaggia. O dal letto. E persino dall'ufficio.”

Sempre presenti, anche da lontano

iPhone ha dato a Rae mobilità e flessibilità, due qualità necessarie in un'azienda che opera 24 ore su 24. “Safari mi consente di navigare sul nostro sito web,” spiega. “Così se una chiamata o un'e-mail mi avvisano che una pagina o un servizio non funzionano, non mi serve un computer. Posso aprirli in Safari e vedere la stessa cosa che vedono gli altri."

E Rae può solitamente risolvere il problema direttamente dall'iPhone. “Molti degli strumenti che usiamo per gestire il sito sono basati sul web. Ci sono le pagine degli amministratori, e abbiamo un potente sistema di gestione dei contenuti cui possiamo accedere dall'iPhone. Così se si tratta di una cosa semplice come correggere un refuso o una cosa complessa come usare il nostro sistema di controllo delle versioni per fare l'upload di nuovi software, posso fare praticamente tutto tramite Safari."

Oltre a Safari, Rae ha una gamma di applicazioni altamente specializzate sulla schermata Home del suo iPhone. TouchTerm gli offre accesso ai server di Surfline. SiteCatalyst fornisce una rapida panoramica delle pagine e dei visitatori di Surfline in qualsiasi momento. Zendesk, il sistema di ticket di supporto interno di Surfline, ha un'applicazione iPhone che offre accesso ai nuovi ticket dei problemi non appena si presentano.

Per Rae, non ci sono dubbi circa l'impatto dell'iPhone sul suo lavoro. “Il mio lavoro è più facile,” dice. “Non sono legato a una scrivania. Ovunque vado le persone possono mettersi in contatto con me. E posso fare praticamente tutto con il mio iPhone."

Le ultime dal surf, ovunque

Gli utenti di Surfline sono appassionati. Non appena iPhone è stato presentato, volevano un'applicazione. Surfline stava già lavorando, in collaborazione con il gigante di occhiali da sole e abbigliamento Oakley, per sviluppare Surf Report, una delle più amate applicazioni di sport per l'iPhone.

Surfline ha sviluppato Surf Report con l'obiettivo di ampliare il raggio d'azione del sito web e i risultati sono stati sorprendentemente positivi. “Circa metà del nostro traffico mobile deriva da utenti iPhone”, afferma il CEO Jonno Wells. Questo significa che i nostri clienti con iPhone sono dei veri appassionati.”

Il Vicepresidente Vendite Robin Walker lo sa bene. Tira fuori il suo iPhone ogni volta che sente la voglia di saltare sulla tavola. “La mia prima rivelazione iPhone l'ho avuta quando, anziché rotolare fuori dal letto per accendere il computer, ho preso il mio iPhone e ho navigato alla webcam posizionata nella 56th Street a Newport per vedere le onde."

Jonno fa lo stesso. “L'iPhone è sempre con me, quindi posso controllare le condizioni direttamente dal palmo della mano”, dice. “Insomma è il connubio perfetto tra un prodotto fenomenale e l'accessibilità che solo iPhone sa dare”.

Exchange, VPN e un ufficio sempre in sync

Brian Mezger, Director of Technology, è responsabile dell'assistenza al deployment di iPhone per i nuovi dipendenti di Surfline. Un lavoro piuttosto veloce. “Mi bastano cinque minuti per configurare l'iPhone su Exchange e il client VPN,” dice. “Sostanzialmente, inserisci il server Exchange, nome utente e password. E hai finito.”

Con il supporto Exchange sull'iPhone, i dipendenti di Surfline sincronizzano e-mail, calendari e contatti con il dispositivo. E il client VPN nativo in iPhone è stato “fondamentale”, secondo Mezger. “Ci consente di accedere al nostro centro dati, server e database, anche fuori dall'ufficio.”

Una tale accessibilità ha comportato un aumento di produttività. Mezger lo vede in ufficio, con il team tecnico e sul campo, nella manutenzione della stupefacente rete di videocamere di Surfline. Prima, i tecnici dovevano trasportare un portatile e trovare una connessione internet wireless, spesso sul tetto di un edificio. Ora, mentre si occupano di una qualsiasi videocamera, possono prendere l'iPhone e controllarne lo stato sulla rete 3G.

È un ulteriore passo avanti nell'efficienza di Surfline, di cui Rae si dice molto soddisfatto. “Ho provato ogni telefono nella maniera più tecnica possibile in ogni condizione,” spiega Rae. “E l'iPhone è di gran lunga il migliore.”

Istantanea dell'azienda

  • 50 dipendenti (oltre l'80% pratica il surf)
  • Huntington Beach, California
  • Oltre 150 videocamere in streaming live in tutto il mondo
  • www.surfline.com

Applicazioni preferite

Altri profili