Salute e sicurezza

Un posto di lavoro salubre e sicuro è un obbligo, non una facoltà.

Austin, Texas: un operaio nella fabbrica che produce i Mac Pro.

In tema di sicurezza, non esistono compromessi. Per questo collaboriamo strettamente con i nostri fornitori per assicurare che stabilimenti e processi produttivi siano a norma. E per creare un management più qualificato e proattivo, coinvolgiamo sempre più quadri di medio livello nel programma EHS Academy.

Salute e sicurezza: dati salienti dal Report 2015.

Si sono iscritti alla EHS Academy altri 156 fornitori e 392 partecipanti.

Nel 2014 abbiamo avviato oltre 870 progetti EHS Academy.

Si è diplomato il primo gruppo di iscritti alla EHS Academy.

Suzhou, Cina: un membro del team ASR (Apple Supplier Responsibility) descrive l’importanza dell’EHS Academy ai dirigenti di un’azienda fornitrice.

Case history
Migliori procedure di sicurezza per le sostanze chimiche.

Il problema. In uno degli stabilimenti iscritti all’Apple EHS Academy, le richieste di acquisto di sostanze chimiche dovevano essere approvate da vari reparti. Tra questi c’erano gli uffici contabilità e acquisti, ma nessuno si occupava di esaminare gli aspetti legati a salute, sicurezza e ambiente. Così, era difficile verificare che la movimentazione, lo stoccaggio e la separazione delle sostanze avvenissero in modo corretto.

Potenziali rischi. Senza le obbligatorie verifiche EHS, c’erano rischi di inquinamento ambientale e problemi per la sicurezza e la salute dei lavoratori.

La soluzione. Il fornitore iscritto all’Apple EHS Academy ha creato una piattaforma digitale per l’acquisto e l’approvvigionamento di sostanze chimiche, oltre a rendere obbligatoria l’approvazione EHS. L’azienda ha anche creato un database online delle sostanze chimiche per semplificare le proprie ricerche.

Il risultato. Il database digitale ha permesso di migliorare in modo significativo l’efficienza del processo di acquisto di sostanze chimiche e di intensificare i controlli sui prodotti che vengono introdotti nello stabilimento.

Teniamo sotto controllo l’ambiente, la salute e la sicurezza.

Tutti i giorni presso le sedi della maggior parte dei nostri fornitori, dipendenti Apple provenienti dai reparti operativi e di ingegneria lavorano per fornire supporto alla produzione, segnalando qualsiasi problema legato ad ambiente, salute e sicurezza riscontrato tra un audit e l’altro. Gli specialisti EHS locali di Apple sono in grado di rispondere tempestivamente e di recarsi sul posto nel caso venga individuata una situazione di rischio.

Nel 2014 i dipendenti ci hanno inviato 150 richieste di indagine in materia di ambiente, salute e sicurezza presso i siti di produzione della nostra filiera. Le richieste sono state inoltrate da lavoratori in loco, o da dipendenti che ci hanno chiesto di valutare nuovi processi. Nella maggior parte dei casi si trattava di questioni relative alla qualità dell’aria e dell’acqua, e di domande su come ottenere i permessi giusti. In tema di salute e sicurezza, le domande più frequenti riguardavano l’uso di sostanze chimiche pericolose, polveri, protezioni sui macchinari e tempi di reazione alle emergenze. Il team EHS di Apple assiste i fornitori aiutandoli a identificare la causa del problema e ad adottare le necessarie azioni correttive. Di tutte le richieste viene tenuta traccia fino alla risoluzione: i dati vengono poi usati per migliorare i programmi di auditing, training e sensibilizzazione.

L’impegno di Apple per la sicurezza dei lavoratori e il supporto offerto ci hanno aiutato a pensare in modo innovativo alla riduzione dei rischi. Ora svolgiamo regolarmente valutazioni e monitoriamo di continuo la situazione.
Sam Ting
Vicedirettore generale e responsabile produzione, Wistron, Kunshan
Shanghai, Cina: dipendenti impegnati in un test per valutare la velocità di risposta a un’emergenza chimica.

Ancora più pronti a reagire alle emergenze.

I nostri standard sono rigidi, e vogliamo che vengano rispettati a tutti i livelli. Ma gli incidenti e i disastri naturali avvengono. Per questo è fondamentale che i fornitori sappiano rispondere a un’emergenza. Apple collabora con loro per sviluppare sistemi di gestione delle emergenze e azioni correttive secondo i protocolli di sicurezza di ciascuna ditta. Nel 2014 abbiamo affiancato 30 stabilimenti, per un totale di oltre 800.000 lavoratori, e il prossimo anno estenderemo il programma ad altre fabbriche. Abbiamo anche fornito checklist dettagliate per la valutazione di attrezzature antincendio, permessi, illuminazione di emergenza e kit di pronto intervento.

Scoprire i rischi per eliminarli.

Apple fa di tutto per identificare potenziali rischi negli stabilimenti dei fornitori prima che si trasformino in problemi. Già durante l’allestimento delle linee di assemblaggio collaboriamo con i team operativi e di ingegneria per anticipare ogni situazione nociva per l’ambiente o per la salute dei lavoratori durante la produzione. E aiutiamo questi team (di Apple e dei fornitori) a sviluppare soluzioni e sistemi di gestione migliori per prevenire i rischi.

Nel 2014 abbiamo istruito quasi 1000 dipendenti delle aziende fornitrici su temi come l’ergonomia e la gestione del rischio chimico, senza contare il programma dell’EHS Academy. E più di 1900 dipendenti Apple hanno imparato a identificare i rischi più comuni che possono verificarsi in viaggio verso i siti di produzione o durante le ispezioni degli stabilimenti. Oltre agli audit di routine, abbiamo condotto più di 30 valutazioni della sicurezza per verificare i pericoli legati alle polveri combustibili di alluminio, alle sostanze infiammabili e nocive, e ai materiali reattivi. Ora stiamo usando questi dati per aiutare i fornitori a potenziare le misure di sicurezza negli impianti e a mantenere alta la guardia nell’identificare ed eliminare tempestivamente i rischi.