Informazioni generali sulla batteria

Le prestazioni della batteria dipendono dalla rete cellulare, dal luogo, dall’intensità del segnale, dalla configurazione delle funzioni, dall’utilizzo e da molti altri fattori; i risultati effettivi possono variare. Le batterie ricaricabili possono essere caricate un numero limitato di volte, pertanto potrebbe rendersi necessaria la loro sostituzione da parte di un fornitore di servizi autorizzato Apple. La durata della batteria e il numero di cicli di carica variano a seconda dell’uso e delle impostazioni. I test della batteria sono condotti utilizzando unità iPhone specifiche. Vai su www.apple.com/it/batteries e www.apple.com/it/iphone/compare per saperne di più.

Test dell’autonomia in conversazione

Test condotti da Apple nell’agosto 2014 utilizzando iPhone 6 Plus e iPhone 6 e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzione Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” disattivata.

Test condotti da Apple nell’agosto 2013 utilizzando iPhone 5c, iPhone 5s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzione Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” disattivata.

Test condotti da Apple nel settembre 2011 utilizzando iPhone 4s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzione Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” disattivata.

Test dell’autonomia in standby

Test condotti da Apple nell’agosto 2014 utilizzando iPhone 6 Plus e iPhone 6 e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzione Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” disattivata.

Test condotti da Apple nell’agosto 2013 utilizzando iPhone 5c, iPhone 5s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzione Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” disattivata.

Test condotti da Apple nel settembre 2011 utilizzando iPhone 4s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzione Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” disattivata.

Test dell’utilizzo di internet su 3G

Test condotti da Apple nell’agosto 2014 utilizzando iPhone 6 Plus e iPhone 6 e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. I test di internet su 3G sono stati condotti su una rete 3G utilizzando un server web dedicato. iPhone 6 Plus e iPhone 6 hanno visualizzato versioni offline di 20 note pagine web e hanno ricevuto posta a intervalli di un’ora. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con le funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test condotti da Apple nell’agosto 2013 utilizzando iPhone 5c, iPhone 5s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. I test di internet su 3G sono stati condotti su una rete 3G utilizzando un server web dedicato. iPhone 5c e iPhone 5s hanno visualizzato versioni offline di 20 note pagine web e hanno ricevuto posta a intervalli di un’ora. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con le funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test condotti da Apple nel settembre 2011 utilizzando iPhone 4s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. I test di internet su 3G sono stati condotti su una rete 3G utilizzando un server web dedicato. iPhone 4s ha visualizzato versioni offline di 20 note pagine web e ha ricevuto posta a intervalli di un’ora. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con le funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test dell’utilizzo di internet su 4G LTE

Test condotti da Apple nell’agosto 2014 utilizzando iPhone 6 Plus e iPhone 6 e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. I test di internet su 4G LTE sono stati condotti su una rete 4G LTE utilizzando un server web dedicato. iPhone 6 Plus e iPhone 6 hanno visualizzato versioni offline di 20 note pagine web e hanno ricevuto posta una volta ogni ora. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con le funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test condotti da Apple nell’agosto 2013 utilizzando iPhone 5c, iPhone 5s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. I test di internet su LTE sono stati condotti su una rete LTE utilizzando un server web dedicato. iPhone 5s e iPhone 5c hanno visualizzato versioni offline di 20 note pagine web e hanno ricevuto posta a intervalli di un’ora. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con le funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test dell’utilizzo di internet su Wi‑Fi

Test condotti da Apple nell’agosto 2014 utilizzando iPhone 6 Plus e iPhone 6 e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. I test di internet su Wi‑Fi sono stati condotti utilizzando un server web dedicato. iPhone 6 Plus e iPhone 6 hanno visualizzato versioni offline di 20 note pagine web e hanno ricevuto posta una volta ogni ora. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con le funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate, e la codifica WPA2 abilitata.

Test condotti da Apple nell’agosto 2013 utilizzando iPhone 5c, iPhone 5s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. I test di internet su Wi‑Fi sono stati condotti utilizzando un server web dedicato. iPhone 5c e iPhone 5s hanno visualizzato versioni offline di 20 note pagine web e hanno ricevuto posta a intervalli di un’ora. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con le funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate, e la codifica WPA2 abilitata.

Test condotti da Apple nel settembre 2011 utilizzando iPhone 4s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. I test di internet su Wi‑Fi sono stati condotti utilizzando un server web dedicato. iPhone 4s ha visualizzato versioni offline di 20 note pagine web e ha ricevuto posta a intervalli di un’ora. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con le funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate, e la codifica WPA2 abilitata.

Test della riproduzione video

Test condotti da Apple nell’agosto 2014 utilizzando iPhone 6 Plus e iPhone 6 e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. Per i contenuti video è stato utilizzato un film acquistato sull’iTunes Store della durata di 2 ore e 23 minuti, in ripetizione. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test condotti da Apple nell’agosto 2013 utilizzando iPhone 5c, iPhone 5s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. Per i contenuti video è stato utilizzato un film acquistato sull’iTunes Store della durata di 2 ore e 23 minuti, in ripetizione. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzioni Wi Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test condotti da Apple nel settembre 2011 utilizzando iPhone 4s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. Per i contenuti video è stato utilizzato un film acquistato sull’iTunes Store della durata di 2 ore e 23 minuti, in ripetizione. Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test della riproduzione audio

Test condotti da Apple nell’agosto 2014 utilizzando iPhone 6 Plus e iPhone 6 e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. La playlist era formata da 358 tracce audio univoche acquistate sull’iTunes Store (AAC a 256 Kbps). Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test condotti da Apple nell’agosto 2013 utilizzando iPhone 5c, iPhone 5s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. La playlist era formata da 358 tracce audio univoche acquistate sull’iTunes Store (AAC a 256 Kbps). Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.

Test condotti da Apple nel settembre 2011 utilizzando iPhone 4s e software di pre-produzione su reti GSM e CDMA. La playlist era formata da 358 tracce audio univoche importate da CD utilizzando iTunes (AAC a 128 Kbps) o acquistate sull’iTunes Store (AAC a 256 Kbps). Sono state utilizzate tutte le impostazioni di default, con Wi‑Fi associato a una rete e funzioni Wi‑Fi “Richiedi accesso reti” e “Luminosità automatica” disattivate.