si apre in una nuova finestra
AGGIORNAMENTI 19 aprile 2022

Apple espande l’utilizzo di materiali riciclati in tutti i suoi prodotti

L'azienda prosegue inoltre nell'utilizzo di tecnologie di disassemblaggio con l’obiettivo di arrivare a una filiera circolare
Daisy, il robot della catena di smontaggio di Apple, in azione.
Daisy può disassemblare fino a 1,2 milioni di iPhone all’anno, aiutando Apple a recuperare una maggiore quantità di materiali preziosi da riciclare. L’azienda si è offerta di concedere in licenza i brevetti relativi a Daisy ai team di ricerca e ai produttori di componenti elettronici che intendono sviluppare procedure di disassemblaggio interne.
Oggi Apple ha reso noti nuovi dettagli sull’aumento di materiali riciclati nei propri prodotti. L’azienda ha introdotto per la prima volta l’oro riciclato certificato e ha più che raddoppiato l’uso di tungsteno, terre rare e cobalto riciclati. Quasi il 20% di tutti i materiali usati nei prodotti Apple nel 2021 era riciclato: si tratta della percentuale più alta di sempre.
Apple ha reso noti nuovi dettagli sui progressi compiuti, sulle innovazioni nell’ambito del riciclo e sull’utilizzo di energia pulita nell’Environmental Progress Report 2022.
L’azienda ha inoltre condiviso nuovi modi in cui i clienti possono celebrare la Giornata della Terra, come la possibilità di sostenere il WWF usando Apple Pay. Risorse didattiche, raccolte di contenuti e coinvolgenti attività su tutte le piattaforme, permetteranno ai clienti Apple di apprezzare la bellezza della natura ovunque si trovino, di approfondire temi importanti come il cambiamento climatico e di sostenere cause e comunità che lavorano per proteggere il pianeta. 
“Mentre le persone di tutto il mondo celebrano la Giornata della Terra, stiamo facendo progressi concreti nel nostro lavoro per affrontare la crisi climatica e per arrivare a creare i nostri prodotti senza sottrarre niente al pianeta” ha spiegato Lisa Jackson, Vice President of Environment, Policy, and Social Initiatives di Apple. “Il ritmo serrato con cui innoviamo permette ai nostri team di utilizzare i prodotti di oggi per realizzare quelli di domani, e con la transizione della nostra filiera globale all’energia pulita stiamo aprendo la strada per altre aziende.”

Più materiali riciclati e da fonti responsabili in tutti i prodotti Apple

Apple ha introdotto innovazioni nel campo del riciclo e dell’approvvigionamento dei materiali promuovendo il cambiamento nell’intero settore. Per aiutare i partner di riciclo a sfruttare questo slancio positivo in tutto il mondo, Apple oggi ha annunciato Taz, una macchina che adotta un approccio innovativo per migliorare il recupero dei materiali dal tradizionale processo di riciclo dei dispositivi elettronici.
Nel 2021, il 59% di tutto l’alluminio impiegato da Apple nei propri prodotti proveniva da fonti riciclate, e molti dispositivi avevano un guscio in alluminio riciclato al 100%. Apple ha inoltre compiuto significativi passi avanti verso l’obiettivo di eliminare la plastica dagli imballaggi entro il 2025: nel 2021, la plastica ha rappresentato solo il 4% del packaging. Dal 2015, Apple si è impegnata a ridurre del 75% l’utilizzo di plastica nelle confezioni.
Inoltre, nel 2021 i prodotti Apple contenevano:
  • il 45% di terre rare riciclate certificate, un aumento significativo da quando Apple ha introdotto le terre rare riciclate nei propri dispositivi. 
  • il 30% di stagno riciclato certificato, con l’utilizzo del 100% di stagno riciclato nelle saldature delle schede logiche per tutti i nuovi iPhone, iPad, AirPods e Mac.
  • il 13% di cobalto riciclato certificato nelle batterie di iPhone, che il robot Daisy di Apple può recuperare per reimmetterlo sul mercato.
  • Oro riciclato certificato, utilizzato per la prima volta nei prodotti Apple per le placcature della scheda logica e per il cavo della fotocamera frontale e posteriore di iPhone 13 e iPhone 13 Pro. Per raggiungere questo importante traguardo, Apple ha fissato i più alti livelli di tracciabilità del settore con l’obiettivo di creare una catena di approvvigionamento dell’oro basata esclusivamente su materiale riciclato.
Taz, il nuovo sistema di riciclo di Apple, nel Material Recovery Lab di Austin, in Texas.
I team di ingegneri ed esperti del Material Recovery Lab di Austin usano un trituratore industriale di rifiuti elettronici di scala sperimentale nel processo di ricerca e sviluppo. Taz, il macchinario di riciclo Apple più recente, è frutto di questo processo ed è progettato per aiutare le aziende che già si occupano di riciclo di grandi quantità di rifiuti elettronici a recuperare una maggiore quantità di materiali preziosi.
Recuperare più materiali da utilizzare nei nuovi prodotti contribuisce a ridurre le estrazioni. Da una sola tonnellata di componenti di iPhone smontati dai robot di riciclo Apple, le aziende che si occupano di riciclo possono recuperare la quantità di oro e rame che tipicamente estrarrebbero da 2000 tonnellate di roccia. Apple si impegna inoltre a estendere il ciclo di vita dei prodotti grazie ai programmi di ricondizionamento. Nel 2021, Apple ha inviato 12,2 milioni di dispositivi e accessori a nuovi proprietari per il riutilizzo, prolungando il loro ciclo di vita e riducendo la necessità di estrarre ulteriori materie prime. Apple vuole arrivare a usare solo materiali rinnovabili o riciclabili nei propri prodotti: un obiettivo annunciato nel 2017 che ha guidato le scelte dell’azienda sul piano della progettazione e dell’approvvigionamento.
Taz, una macchina che utilizza una nuova tecnologia simile a quella dei trituratori per separare i magneti dai moduli audio e recuperare una maggiore quantità di terre rare, è l’ultima di una serie di innovazioni introdotte da Apple nel settore del riciclo. L’azienda ha anche ampliato ulteriormente le capacità di Daisy, il robot brevettato della catena di smontaggio che oggi può disassemblare 23 modelli di iPhone, e ha proposto di concedere gratuitamente in licenza tali brevetti ad altre aziende e ricercatori. Dave, un altro robot Apple, è in grado di disassemblare i Taptic Engine, contribuendo così a recuperare terre rare di valore nei magneti, tungsteno e acciaio.

Environmental Progress Report 2022

Oltre a illustrare i progressi compiuti da Apple sul piano del riciclo e dell’approvvigionamento dei materiali, il nuovo Environmental Progress Report 2022 evidenzia il lavoro svolto dall’azienda per raggiungere l’impatto zero a ogni livello della filiera globale e nel ciclo di vita di ogni prodotto, nonché le azioni intraprese per ridurre i rifiuti e promuovere un uso più sicuro dei materiali nei propri prodotti.
In un anno in cui molte altre aziende hanno visto aumentare fortemente la propria carbon footprint, le emissioni nette di Apple sono rimaste invariate nonostante il fatturato sia cresciuto del 33%. Apple è a impatto zero in tutte le sue attività globali dal 2020, e tutti gli uffici, gli store e i data center dell’azienda sono alimentati con elettricità da fonti al 100% rinnovabili già dal 2018.
Apple ha recentemente annunciato che i suoi fornitori hanno più che raddoppiato l’uso di energia pulita nell’ultimo anno, con oltre 10 gigawatt attualmente operativi rispetto all’obiettivo totale di 16 gigawatt dei prossimi anni. A oggi, 213 dei principali partner produttivi in 25 Paesi si sono impegnati a utilizzare energia rinnovabile per tutta la produzione Apple. Nel 2021, questi progetti legati all’energia rinnovabile hanno permesso di tagliare le emissioni di carbonio di 13,9 milioni di tonnellate, che equivalgono a togliere 3 milioni di auto dalle strade per un anno.
Maggiori informazioni su come Apple si sta impegnando a proteggere il pianeta per le generazioni future sono disponibili nell’Environmental Progress Report 2022.

Esplorare, informarsi e agire per la Giornata della Terra

In occasione della Giornata della Terra 2022, Apple condividerà con i clienti di tutto il mondo nuovi modi per esplorare la bellezza della natura, informarsi sui problemi che comunità in tutto il mondo stanno affrontano a causa del cambiamento climatico, e agire per proteggere il pianeta. 
Esplorare: in vista della Giornata della Terra, con Mappe di Apple sarà ancora più facile scoprire splendidi spazi verdi, occasioni per vivere la natura con tutta la famiglia e provare percorsi urbani e sentieri, grazie a 25 nuove guide di Lonely Planet, AllTrails e The Nature Conservancy negli Stati Uniti e in Canada.
La guida Lonely Planet ai luoghi migliori di San Francisco su iPhone in Mappe.
In occasione della Giornata della Terra, con Mappe di Apple sarà ancora più facile scoprire splendidi spazi verdi, occasioni per vivere la natura con tutta la famiglia e provare percorsi urbani e sentieri, grazie a 25 nuove guide di Lonely Planet, AllTrails e The Nature Conservancy negli Stati Uniti e in Canada.
Per celebrare la Giornata della Terra, chi ha un abbonamento Apple Fitness+ potrà godersi sessioni di yoga, meditazioni e allenamenti di bici, canottaggio e tapis-roulant ispirati alla natura, e una nuova puntata di Corriamo, che accompagna chi ascolta attraverso le bellezze e i suoni del Parco nazionale di Yosemite su una playlist pop e rock, e un coaching che incoraggia ad abbracciare la natura, ovunque ci si trovi. È inoltre disponibile una nuova puntata di Passeggiamo con la dottoressa Jane Goodall, scienziata di fama mondiale e ambientalista, la quale parla del perché è disposta a superare le proprie paure per il bene del proprio lavoro e condivide ciò che ha osservato sul legame che unisce tutti gli esseri viventi. Il 22 aprile, dopo aver completato un allenamento di qualsiasi tipo di almeno 30 minuti, chi utilizza Apple Watch può vincere una medaglia in edizione limitata.
Informarsi: in occasione della Giornata della Terra, il 22 aprile, sarà possibile conoscere le entusiasmanti innovazioni dietro iPhone 13, tra cui il robot di riciclo Daisy, con una nuova esperienza immersiva in realtà aumentata su Snapchat. Inoltre, gli Apple Store di tutto il mondo invitano i clienti a informarsi sull’impegno ambientale dell’azienda con decalcomanie speciali sulle vetrine.
In onore della Giornata della Terra, Apple News, Apple Books, Apple Podcasts e l’app Apple TV presenteranno collezioni curate di contenuti che consentono di conoscere meglio il mondo della natura, approfondire il tema della crisi climatica e scoprire ciò che la scienza sta facendo a riguardo, e incontrare comunità che si impegnano attivamente per raggiungere soluzioni concrete. Tra i contenuti, una collezione di opere curata da Oliver Jeffers, visual artist e autore di letteratura per l’infanzia, e una raccolta di film che approfondiscono il rapporto di interdipendenza uomo-natura, curata dall’acclamata documentarista Jennifer Baichwal. 
La puntata più recente del podcast “Climate Cuisine” di Whetstone Radio sull’app Podcast di Apple.
In occasione della Giornata della Terra, Apple Podcasts, Apple News, Apple Books e l’app Apple TV, presenteranno contenuti curati per scoprire di più sulla crisi climatica.
Agire: sull’App Store, gli utenti possono scoprire app che aiutano a influire positivamente sulle comunità di cui fanno parte e il pianeta, come le app per monitorare l'impronta ecologica o quelle che consentono di entrare in contatto con organizzazioni attive nella salvaguardia dell'ambiente come Earth Hero e Milkywire.
La raccolta dedicata alla Giornata della Terra sull’App Store.
Sull’App Store diversi sviluppatori di giochi come Gamtropy con “Arctictopia” e Broken Rules con “Gibbon: Beyond the Trees”, stanno usando il potere del gioco per educare le persone sull’impatto del cambiamento climatico.
I clienti possono proteggere l’ambiente anche usando Apple Pay. Fino al 22 aprile, Apple donerà 1 dollaro al WWF per ogni acquisto fatto usando Apple Pay su apple.com, sull’app Apple Store o presso gli Apple Store.1
Per maggiori informazioni sull’impegno di Apple nei confronti dell’ambiente, visitare apple.com/it/environment.
Condividi articolo
  • Testo dell’articolo

  • Immagini in questo articolo

1. Le donazioni sono limitate a un massimo di 1 milione di dollari; i Paesi e le regioni in cui è possibile includono Australia, Belgio, Brasile, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Italia, Giappone, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Norvegia, Filippine, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Singapore, Spagna, Svezia, Svizzera, Stati Uniti e Ungheria.

Contatti stampa

Tiziana Scanu

Apple

scanu.t@apple.com

02 27326372

Helpline Apple per la stampa

media.it@apple.com

02 27326227