I prodotti Apple sono progettati per fare cose incredibili, e per proteggere la tua privacy.

Per Apple la privacy è un diritto fondamentale.

Sui tuoi dispositivi Apple sono conservate molte informazioni personali, e vogliamo che tu possa mantenerle riservate.

La tua frequenza cardiaca dopo una corsa. Quali notizie leggi prima. Dove hai preso il caffè. Quali siti web visiti. A chi telefoni o mandi email e messaggi.

Ogni prodotto Apple è interamente progettato per proteggere queste informazioni e per lasciare che sia tu a scegliere cosa condividere e con chi.

Abbiamo già dimostrato come le esperienze straordinarie che ti offriamo non compromettano la tua privacy e la tua sicurezza, ma anzi le rafforzino.

L’unico che può accedere al tuo device sei tu.

Puoi proteggere facilmente i tuoi dispositivi con un codice di accesso a sei cifre ultrasicuro, grazie a un milione di possibili combinazioni. O impostare Touch ID, la più evoluta tecnologia di sicurezza, per sbloccare rapidamente il tuo iPhone o iPad solo con la tua impronta. E per maggiore tranquillità, puoi anche creare un codice di accesso alfanumerico complesso quanto vuoi.

I tuoi dati personali sono solo tuoi, punto.

Quando fai una foto, chiedi qualcosa a Siri o cerchi indicazioni stradali, hai la certezza che non raccogliamo mai queste informazioni per venderle agli inserzionisti o ad altre aziende.

Con Apple Pay i tuoi acquisti sono al sicuro.

Apple Pay è un modo ancora più sicuro e riservato per pagare nei negozi, nelle app e sui siti web. Non teniamo mai traccia di quello che compri, perciò non possiamo creare una cronologia dei tuoi acquisti. E per garantire che i dati della tua carta di credito siano protetti, li trasformiamo in un codice univoco che isoliamo dal resto del dispositivo iOS. Né Apple né il tuo dispositivo possono inviare il numero della tua carta di credito ad alcun operatore commerciale durante l’acquisto.

Le funzioni migliorano. I tuoi dati continuano a restare privati.

Quando usiamo i dati per migliorare le funzioni dei nostri prodotti e servizi, lo facciamo senza compromettere in alcun modo la tua privacy. Per esempio, utilizziamo un nuovo sistema di privacy differenziale, in cui i tuoi dati vengono riordinati in modo casuale e combinati con quelli di milioni di altri utenti. Così vediamo solo schemi generici, che non possono essere ricondotti a te ma che ci aiutano a capire quali sono, per esempio, le emoji più usate, i migliori suggerimenti per QuickType e il consumo energetico in Safari.

Puoi archiviarli o condividerli, i tuoi dati sono sempre protetti.

Ogni volta che fai la spesa con Apple Pay, fai una chiamata FaceTime o mandi un iMessage agli amici, per proteggere la tua sicurezza i dati vengono criptati. Lo stesso vale per le informazioni personali presenti sul tuo dispositivo. Per esempio, i dati di identificazione per Touch ID sono convertiti in una rappresentazione matematica che viene protetta da una parte del chip del tuo dispositivo chiamata Secure Enclave. Né iOS né le altre app possono recuperarla, e non viene mai archiviata sui server di Apple, né inclusa nei backup su iCloud.

Le tue app sono ai tuoi ordini.

Chiediamo agli sviluppatori di adeguarsi a specifiche linee guida studiate per tutelare la tua privacy. Se ci accorgiamo che un’app viola queste linee guida, lo sviluppatore deve risolvere il problema, pena la rimozione dall’App Store. Se una nuova app cerca di accedere a determinate informazioni, come le tue foto o i tuoi contatti, ricevi una notifica in cui ti si chiede il permesso. Puoi attivare o disattivare queste autorizzazioni in qualsiasi momento.