Ti diamo tutti gli strumenti per
gestire la tua privacy.

Per salvaguardare la privacy occorre prima di tutto una buona protezione. Qui troverai tutte le informazioni sulle funzioni più efficaci per rendere sicuri i tuoi dati e i tuoi dispositivi, insieme a qualche consiglio per evitare le truffe basate sul phishing e per proteggere il tuo account. Ma è anche importante poter tenere facilmente sotto controllo quali sono le informazioni che condividi, e con chi. Per questo abbiamo incluso in ogni Mac, dispositivo iOS e Apple Watch gli strumenti necessari per farlo.

Proteggi i tuoi dispositivi.

Perché il tuo account iCloud e le tue informazioni personali siano al sicuro, anche il tuo Mac, dispositivo iOS o Apple Watch devono esserlo. Ecco come impedire che altri possano usare i tuoi dispositivi e accedere ai tuoi dati.

Imposta un codice di accesso. Più è complesso, meglio è.

Impostare un codice di accesso è la cosa migliore che puoi fare per proteggere il tuo dispositivo. È un modo semplice ma efficace per creare una barriera tra le informazioni presenti nel tuo dispositivo e chiunque possa entrarne in possesso in caso di furto o smarrimento. Con iOS 9, abbiamo modificato l’impostazione del codice che usi sul tuo iPhone con Touch ID: ora è composto da sei cifre anziché quattro. Sembra un piccolo cambiamento, ma con un milione di combinazioni possibili invece di 10.000, violare il codice sarà molto più difficile.

Scopri di più su come proteggere il tuo dispositivo con un codice di accesso

Abilita Touch ID.

Se hai un iPhone 5s o un modello successivo, Touch ID ti mette a disposizione la più evoluta tecnologia di protezione con impronta digitale. L’immagine della tua impronta non viene archiviata da nessuna parte, ma è convertita in una rappresentazione matematica dalla quale è impossibile risalire all’impronta reale. Questa codifica viene memorizzata in una parte del chip del tuo telefono chiamata Secure Enclave e né iOS né le altre app possono recuperarla. In più, non viene mai archiviata sui server di Apple, né inclusa nei backup su iCloud o altrove.

Scopri di più sulla protezione con Touch ID

Usa Trova il mio iPhone, iPad e Mac.

La funzione Trova il mio iPhone, iPad e Mac, una volta attivata, ti aiuta a restare connesso al tuo dispositivo anche in caso di furto o smarrimento. Puoi vedere su una mappa dove si trova in tempo reale e anche il percorso che ha fatto, così aumentano notevolmente le possibilità di recuperarlo. E se non riesci a rientrarne in possesso, potrai comunque cancellare a distanza tutti i tuoi dati personali. Trova il mio iPhone si attiva in automatico quando accedi ad iCloud su un nuovo dispositivo.

Blocco attivazione è una funzione integrata in Trova il mio iPhone, e può impedire che il tuo dispositivo iOS venga riattivato e usato senza il tuo permesso, anche se hai già cancellato i dati a distanza. Un gran bel deterrente per chi avesse intenzione di rubartelo. Blocco attivazione è disponibile anche per il tuo Apple Watch.

Proteggi il tuo ID Apple.

Il tuo ID Apple è l’account che utilizzi per accedere a tutti i servizi Apple, tra cui iCloud, App Store, iTunes Store e altri ancora. Mantenere sicuro il tuo ID Apple è essenziale per proteggere tutti i dati del tuo Mac o del tuo dispositivo iOS, inclusi gli eventi del calendario, i contatti, le email, le foto e perfino i file di backup.

Scegli una password affidabile e univoca.

Una cosa è assolutamente fondamentale per proteggere il tuo ID Apple: usare una password affidabile e univoca, cioè diversa da quella che usi per altri account su internet. E per evitare che sia facile da scoprire, non ricavarla da informazioni personali facilmente intuibili. Tutte le nuove password per l’ID Apple devono soddisfare i criteri di affidabilità riconosciuti come standard del settore, ed essere diverse da quelle che hai usato nell’ultimo anno.

Scopri come creare una password affidabile

La tua password deve:

  • includere almeno una lettera
  • includere almeno una lettera maiuscola
  • includere almeno un numero
  • non includere caratteri identici consecutivi
  • essere diversa dal tuo nome utente
  • includere almeno 8 caratteri
  • essere diversa dalle password più comuni
  • non essere stata utilizzata durante l’ultimo anno

Aggiungendo ulteriori caratteri o segni di interpunzione
potrai rendere la tua password ancora più sicura.

Per le domande di sicurezza, scegli risposte difficili da intuire.

Apple utilizza le domande di sicurezza per consentirti di accedere al tuo ID Apple anche se hai dimenticato la password. Per questo è bene scegliere domande di cui solo tu sai la risposta. E, come per la password, anche le risposte dovrebbero essere difficili da intuire. Perciò, non usare informazioni che potrebbero essere di pubblico dominio.

Scopri come aggiornare le domande di sicurezza e le risposte

Attiva la verifica a due passaggi.

La verifica a due passaggi è il modo migliore di proteggere le tue informazioni, perché aggiunge un ulteriore livello di sicurezza al tuo ID Apple. Prima che tu o chiunque altro possa apportare modifiche al tuo account, fare acquisti su iTunes o sull’App Store da un nuovo dispositivo, o accedere ad iCloud, iMessage o FaceTime, invieremo un codice di verifica su uno dei tuoi dispositivi autorizzati. Inserisci il codice insieme alla tua password ed eccoti subito nel tuo account. Chi invece non può fornire entrambi, resta fuori. Attivare la verifica a due passaggi per il tuo ID Apple è la soluzione più efficace per tutelarti contro il phishing e altri tentativi fraudolenti di ottenere la tua password.

Scopri come impostare la verifica a due passaggi

Con iOS 9 e OS X El Capitan l’autenticazione a due passaggi è integrata nel sistema operativo. Tenere al sicuro le tue informazioni sarà ancora più facile.1

Scopri di più

Stai al sicuro.

Utilizzare le funzioni di protezione dei dati fornite da Apple è importante, ma quando usi un dispositivo digitale o un servizio online dovresti sempre tenere in mente la sicurezza. Una buona idea è quella di controllare e aggiornare regolarmente le tue impostazioni di sicurezza, e vigilare contro i tentativi di accesso fraudolento ai tuoi dati personali.

Attenzione al phishing.

Il phishing è il tentativo fraudolento di ottenere le tue informazioni personali, come la password del tuo ID Apple o i dati della tua carta di credito, solitamente utilizzando un’email o un messaggio di testo. Apparentemente, la comunicazione sembra provenire da un’azienda o una persona affidabile, ma in realtà non è così. Attivare la verifica a due passaggi per il tuo ID Apple è il modo migliore per proteggerti da questo tipo di attacchi. Se ricevi un’email di phishing che si spaccia come messaggio ufficiale di Apple, ti preghiamo di inoltrarla a reportphishing@apple.com.

Scopri di più su come proteggerti dal phishing
Ecco alcuni indizi tipici dei tentativi di phishing.
  • L’indirizzo da cui proviene il messaggio non è lo stesso dichiarato nel testo dell’email.
  • Il messaggio è stato inviato a un indirizzo diverso da quello che hai fornito a tale azienda.
  • Un link ti guida su un sito il cui URL non coincide con quello del sito dell’azienda.
  • Il messaggio inizia con un saluto generico, per esempio “Stimato cliente”; in genere, un’azienda che ti contatta per fini legittimi usa il tuo nome nelle email che ti invia.
  • Il messaggio appare notevolmente diverso dagli altri che hai ricevuto dalla stessa azienda.
  • Il messaggio richiede informazioni personali, come i dati della carta di credito o la password di un account. Non rispondere e non fare clic su nessun link. Piuttosto, vai sul sito dell’azienda in questione, trova le informazioni di contatto e segnala direttamente il problema.
  • Un messaggio commerciale non richiesto contiene un allegato. In questo caso, non aprire l’allegato senza aver prima contattato la società per verificarne il contenuto.

Modifica spesso la tua password.

Modificare periodicamente la password del tuo ID Apple è uno dei modi migliori per aumentare l’efficacia delle tue credenziali di accesso. In questo modo hai anche la garanzia che, qualora una tua vecchia password fosse caduta nelle mani sbagliate a tua insaputa, sarebbe oggi una password inutile. Se stai utilizzando la stessa password per il tuo ID Apple già da un po’ di tempo, se l’hai già usata in passato, se è la stessa di altri account online o se pensi non sia particolarmente affidabile, è ora di aggiornarla. E se per qualunque motivo pensi che la tua password sia stata usata in modo fraudolento, dovresti cambiarla immediatamente.

Modifica la password del tuo ID Apple

Tieni d’occhio le notifiche relative al tuo ID Apple.

La sicurezza per noi è una cosa molto seria, perciò se ti contattiamo riguardo al tuo ID Apple è per un motivo valido. Quando vengono effettuate modifiche al tuo account, per esempio se accedi per la prima volta da un nuovo dispositivo, aggiorni un metodo di pagamento o modifichi la tua password, Apple te lo comunica con un’email o una notifica push (nota bene che in questi casi non usiamo SMS o iMessage). Per cui, se ricevi una notifica di questo tipo ma non ricordi di aver apportato tu le modifiche, potrebbe significare che qualcuno ha effettuato indebitamente l’accesso al tuo account. In questo caso, accedi a Il mio ID Apple e modifica immediatamente la tua password. Se hai bisogno di aiuto contatta il supporto Apple per ricevere assistenza.

Fai attenzione a cosa condividi.

I tuoi prodotti Apple possono funzionare ancora meglio se condividi certe informazioni con le app e i servizi. Una serie di impostazioni ti permette di scegliere quali informazioni condividere, dove condividerle e quando effettuarne il backup. È importante che tu sappia come sono configurate e come gestirle facilmente.

Configura le impostazioni di iCloud.

Sei tu che decidi come condividere musica, foto, dati sulla tua salute, documenti e altre informazioni tra i tuoi dispositivi e il tuo account iCloud. Con iOS, ti basta selezionare la voce iCloud in Impostazioni per verificare facilmente quali dei tuoi servizi iCloud vengono condivisi e salvati nei backup sulla nuvola. Ogni servizio può essere attivato o disattivato, così puoi stabilire con precisione cosa deve essere salvato nei backup e cosa archiviato localmente. Sul tuo Mac puoi gestire queste impostazioni nella sezione iCloud delle Preferenze di Sistema, mentre su PC Windows puoi farlo dal Pannello di controllo.

Gestisci i dati sulla tua posizione.

Apple ti lascia il totale controllo sulla raccolta e l’utilizzo dei dati relativi alla tua posizione geografica, su tutti i tuoi dispositivi. Sei tu a decidere se e quando abilitare i servizi di localizzazione, dato che non sono attivi di default. Il tuo dispositivo iOS ti chiede il permesso prima di concedere a qualsiasi app l’accesso alle informazioni sulla tua posizione: questo vale anche per le app integrate di Apple e per quelle sull’Apple Watch abbinato al dispositivo. Ovviamente puoi cambiare idea in qualsiasi momento e disattivare la localizzazione, completamente o solo per certi servizi e app.

I nostri clienti vogliono poter usare i loro dispositivi mobili per funzioni utili, come calcolare la durata del percorso per arrivare al lavoro o prevedere le condizioni del traffico. iOS lo sa fare, e lo fa in tutta sicurezza. Per esempio, una volta attivati i servizi di localizzazione, iOS ricorda le tue Posizioni frequenti e le usa per darti informazioni relative ai tuoi spostamenti casa-ufficio in Centro Notifiche o per calcolare automaticamente gli itinerari in CarPlay. Le Posizioni frequenti rimangono sul tuo dispositivo e non vengono inviate a Apple, né salvate nei backup su iCloud o iTunes, a meno che tu non decida di contribuire a migliorare Mappe, per te e per gli altri utenti. In tal caso registreremo di tanto in tanto le tue Posizioni frequenti, ma questi dati saranno conservati in forma del tutto anonima. Le Posizioni frequenti sono criptate sul tuo dispositivo con chiavi di cifratura protette dal codice di accesso. Potrai comunque disattivare questa funzione in qualsiasi momento.

Controlla i dati che condividi con le app.

Le app dell’App Store spesso funzionano ancora meglio quando possono accedere alle tue informazioni in Contatti, Calendario o Foto. Tuttavia, crediamo che tu debba sempre sapere quale app vuole accedere a questi dati e perché, così puoi scegliere se accettare o meno. Quindi, poiché vogliamo che sia tu a decidere, riceverai una notifica ogni volta che un’app di altri sviluppatori chiederà l’accesso ai tuoi dati per la prima volta. E anche se acconsenti, avrai sempre la possibilità di ripensarci.

Limita le pubblicità mirate basate sui tuoi interessi.

La nostra azienda non vive di pubblicità, ma molte altre sì: per questo alcune app per iOS prevedono la presenza di annunci commerciali. Per aiutarti a proteggere la tua privacy, abbiamo sviluppato l’ID pubblicitario, un identificatore non permanente. Il servizio pubblicitario di Apple, iAd, utilizza questo identificatore per farti pervenire messaggi pubblicitari tramite iTunes Radio e app di altri sviluppatori. Con l’ID pubblicitario gli inserzionisti possono controllare quante volte visualizzi un certo annuncio, misurare l’efficacia delle campagne pubblicitarie e, salvo un tuo rifiuto, inviarti messaggi più vicini ai tuoi interessi.

Se vuoi azzerare i dati associati al tuo ID pubblicitario, basta effettuare un reset. Questa possibilità è una prova del nostro impegno nell’eliminare gli identificatori permanenti dai nostri dispositivi mobili. Se preferisci non visualizzare pubblicità basate sui tuoi interessi, puoi limitare la raccolta dei dati a fini pubblicitari semplicemente selezionando o deselezionando questa opzione. Quando selezioni Limita raccolta dati, le app di terzi, proprio per le regole imposte da Apple, non potranno utilizzare l’ID pubblicitario per inviarti annunci mirati. Per poter pubblicare le loro app sul nostro App Store, gli sviluppatori devono accettare che tu abbia questa libertà di scelta. Inoltre, se Limita raccolta dati è selezionato, iAd non invia annunci basati sugli interessi personali agli utenti di età inferiore ai 13 anni.

Scopri come rifiutare la pubblicità mirata

“Quello che [Apple] non fa è consegnare le chiavi d’accesso a tutti quei dati e lasciare che gli inserzionisti li usino con i loro software di targeting e data‑mining.”

- TechCrunch

Naviga in forma riservata.

Basta attivare Navigazione privata e Safari non aggiungerà alla cronologia i siti che visiti, non terrà traccia delle tue ricerche, né salverà informazioni dai moduli che compili online. Tramite i content blocker di Safari forniamo anche una piattaforma che consente agli sviluppatori esterni di bloccare le pubblicità, così da proteggere meglio la tua privacy. Oggi, oltre a essere ancora più efficaci in OS X, questi strumenti sono per la prima volta disponibili anche in iOS. Potrai usarli per controllare i contenuti che vengono caricati nel browser e impedire che altri tengano traccia delle tue attività sui siti web che visiti. Il supporto per i content blocker in Safari è progettato in modo da impedire anche che le informazioni su tutto ciò che visualizzi in rete vengano inviate agli sviluppatori.

In più, puoi scegliere DuckDuckGo come motore di ricerca predefinito. Con DuckDuckGo puoi fare ricerche sul web senza essere tracciato, e Safari è il primo browser che ti offre questa opzione integrata. Come ulteriore livello di protezione, è possibile scaricare un’estensione di Safari che blocca i contenuti pericolosi, quelli progettati proprio per raccogliere gli indirizzi dei siti che visiti.

Proteggi la privacy dei tuoi figli.

Con noi puoi impostare facilmente restrizioni e controlli parentali sul tuo dispositivo Apple, per stabilire i siti che i tuoi bambini possono visitare, il tipo di film e spettacoli televisivi che possono vedere, la possibilità per loro di usare FaceTime e Fotocamera, e perfino quella di scaricare applicazioni di altri sviluppatori. Poiché restrizioni e controlli parentali sono specifici per ogni dispositivo, ti invitiamo a impostarli su tutti i dispositivi Apple utilizzati dai tuoi figli.

Con “In famiglia”, i ragazzi possono avere un proprio ID Apple. È una sensazionale novità per una grande piattaforma mobile. I genitori possono controllare gli acquisti effettuati con gli ID Apple dei figli grazie a strumenti come Chiedi di acquistare, che permette di accettare o negare gli acquisti di app o in-app. Per impostare l’ID Apple di un bambino è richiesto il consenso di un genitore o tutore legale, che potrà anche ricevere il nostro aiuto per controllarne attività e contenuti.

Scopri di più su “In famiglia”

Scegli tu se condividere i dati diagnostici.

Se vuoi, puoi inviarci in forma anonima i tuoi dati tecnici, che useremo per migliorare i nostri prodotti e servizi. Per farlo, scegli di aderire al programma Diagnosi e uso e potrai fornirci informazioni non identificabili sul tuo dispositivo e sulle applicazioni. Naturalmente, occorre il tuo esplicito consenso: potrai visualizzare sul tuo dispositivo i dati che ci fornisci e interromperne l’invio in ogni momento. Apple non consente l’accesso a questi dati ad alcun ente governativo.

iOS offre anche funzioni diagnostiche evolute utili per la correzione dei bug e la risoluzione dei problemi sul tuo dispositivo. Queste funzioni non inviano dati a Apple senza l’utilizzo di altri strumenti e senza il tuo esplicito consenso.