Scopri come gestire
la tua privacy.

Ci siamo impegnati al massimo per mettere a punto strumenti efficaci a tutela della tua privacy. Qui ti diamo alcune indicazioni su come usarli per tenere al sicuro dispositivi, dati e ID Apple, proteggerti dai tentativi di phishing, e controllare cosa condividi e con chi.

Proteggi i tuoi dispositivi.

Perché i tuoi dati su iCloud e le altre informazioni personali siano sempre al sicuro, devono esserlo anche i tuoi Mac, Apple Watch e dispositivi iOS. Ecco come impedire che altri possano usarli per accedere ai tuoi dati.

Imposta un codice di accesso. Più è complesso, meglio è.

Impostare un codice di accesso è la cosa migliore che puoi fare per proteggere il tuo dispositivo. Con le ultime versioni di iOS, abbiamo modificato l’impostazione del codice sui dispositivi con Touch ID e Face ID: è composto da sei cifre anziché da quattro. Significa che le possibili combinazioni sono un milione, quindi violarlo sarà molto più difficile. Dalle Impostazioni puoi anche abilitare la funzione “Inizializza dati”: i contenuti del dispositivo si cancelleranno da soli dopo dieci tentativi errati di inserimento del codice.

Scopri di più su come proteggere il tuo dispositivo con un codice di accesso

Abilita Touch ID e Face ID.

Touch ID e Face ID ti permettono di autenticarti in modo intuitivo e sicuro, con il tocco di un dito o con un semplice sguardo. I dati della tua impronta o del tuo viso sono convertiti in rappresentazioni matematiche che vengono codificate e utilizzate solo dal Secure Enclave del tuo Mac o dispositivo iOS. A queste informazioni non possono accedere né il sistema operativo né le app sul dispositivo. In più, non vengono mai archiviate sui server Apple, né incluse nei backup su iCloud o altrove.

Scopri di più sulla sicurezza del Touch ID

Sblocca il tuo Mac automaticamente.

Quando sei vicino al tuo Mac, puoi sbloccarlo automaticamente usando l’Apple Watch. Per farlo, devi attivare l’autenticazione a due fattori per il tuo ID Apple ed effettuare l’accesso ad iCloud su entrambi i dispositivi.

Ritrova il tuo dispositivo.

La funzione “Trova il mio iPhone, iPad e Mac” si attiva in automatico quando accedi ad iCloud su un nuovo dispositivo. Una volta abilitata, ti aiuta a restare connesso al tuo dispositivo anche in caso di furto o smarrimento: puoi vedere su una mappa la sua posizione aggiornata in tempo reale e il percorso che ha fatto, così hai più possibilità di recuperarlo. Se non riesci a rientrarne in possesso, potrai cancellare a distanza tutti i tuoi dati personali. Apple riceve le informazioni sulla posizione del dispositivo soltanto quando lo individui sulla mappa, attivi la modalità Smarrito o abiliti la funzione “Invia ultima posizione”. Inoltre, i dati vengono conservati solo per 24 ore e sono criptati con la tua password.

Il blocco di attivazione è una funzione integrata in “Trova il mio iPhone e Apple Watch”, e può impedire che il tuo dispositivo iOS o watchOS venga riattivato e usato senza il tuo permesso, anche se hai già cancellato i dati a distanza. Un gran bel deterrente per chi avesse intenzione di rubartelo.

Gestisci il tuo ID Apple.

Il tuo ID Apple è l’account che utilizzi per accedere a molti servizi Apple, tra cui iCloud, App Store e iTunes Store. Mantenere sicuro il tuo ID Apple è essenziale per proteggere ogni genere di informazione, come gli eventi in calendario, i contatti, le email, le foto e perfino i file di backup dei tuoi dispositivi iOS. Una buona idea è controllare e aggiornare regolarmente le tue impostazioni di sicurezza, per proteggerti al meglio dai tentativi di violazione della tua privacy.

Scegli una password sicura per il tuo ID Apple.

Non usare mai la stessa password per il tuo ID Apple e per altri account. Per evitare che sia facile da scoprire, scegline una composta da più di otto caratteri, includi caratteri speciali e non basarti su tue informazioni personali facilmente intuibili. Tutte le nuove password per l’ID Apple devono essere diverse da quelle che hai usato nell’ultimo anno.

Se pensi che la password del tuo ID Apple non sia particolarmente affidabile o se l’hai già usata per altri account online, è ora di aggiornarla. E se per qualsiasi motivo pensi che la tua password sia stata usata in modo fraudolento, ti consigliamo di cambiarla immediatamente.

Scopri come creare una password affidabile

Modifica la password del tuo ID Apple

Prendi il controllo dei tuoi dati.

Per consentirti di controllare ancora meglio le tue informazioni personali, ti forniamo una serie di strumenti dedicati alla gestione della privacy nella tua pagina “Dati e privacy”. Con questi strumenti potrai ottenere una copia dei tuoi dati, chiederne la correzione, oppure disattivare o eliminare il tuo account.

Scopri di più

Vai alla pagina dedicata alla gestione di dati e privacy

Attiva l’autenticazione a due fattori.

L’autenticazione a due fattori è il modo migliore di proteggere le tue informazioni, perché aggiunge un ulteriore livello di sicurezza al tuo ID Apple. Quando è attiva, per entrare nel tuo account non basta conoscere la tua password.

Prima che tu possa accedere dal web o da un nuovo dispositivo, su tutti i tuoi dispositivi autorizzati verrà visualizzato automaticamente un codice di verifica: inserisci il codice insieme alla tua password ed eccoti nel tuo account. Chi invece non può fornire entrambi, resta fuori.

Scopri come impostare l’autenticazione a due fattori

Tieni d’occhio
le notifiche relative
al tuo ID Apple.

Quando accedi per la prima volta da un nuovo dispositivo, aggiorni il tuo metodo di pagamento, cambi la password o fai altre modifiche al tuo account, Apple ti invia un’email o una notifica push. Per cui, se ricevi la notifica di un cambiamento che non ricordi di aver fatto, potrebbe significare che qualcuno ha avuto accesso al tuo account. In questo caso, vai alla pagina “Gestisci il tuo ID Apple” e modifica la tua password immediatamente. Se hai bisogno di aiuto contatta il Supporto Apple per ricevere assistenza.

Modifica la password del tuo ID Apple

Contatta il Supporto ID Apple

Occhio al phishing.

Il phishing è il tentativo fraudolento di ottenere le tue informazioni personali, come la password del tuo ID Apple o i dati della tua carta di credito, solitamente utilizzando un’email o un messaggio di testo. Apparentemente, sembra che la comunicazione provenga da un’azienda o da una persona affidabile, ma in realtà non è così. Attivare l’autenticazione a due fattori è il modo migliore per proteggerti da questi attacchi che mirano a farti rivelare i dati del tuo ID Apple. Ricorda: non comunicare mai via email o messaggio di testo la tua password, i codici di verifica o altre informazioni sensibili del tuo account. Se ricevi un’email di phishing che si spaccia come messaggio ufficiale di Apple, ti preghiamo di inoltrarla a reportphishing@apple.com.

Scopri di più su come proteggerti dal phishing

Fai attenzione a cosa condividi.

I tuoi prodotti Apple diventano ancora più utili se condividi certe informazioni con le app e i servizi. Numerose impostazioni ti permettono di scegliere quali dati condividere, dove condividerli e quando effettuarne il backup. È importante che tu sappia come sono configurate e come gestirle.

Informazioni su dati e privacy.

Grazie alle nuove schermate informative su dati e privacy, ora sarà ancora più semplice capire in che modo Apple usa le tue informazioni personali, anche prima di fare login o attivare nuove funzioni. Quando vedrai comparire la schermata “Dati e Privacy”, ti verranno fornite notizie utili sui dati che puoi condividere e su come verranno usati per migliorare la tua esperienza d’uso.

Configura le impostazioni di iCloud.

Sei tu che decidi come condividere foto, informazioni sulla tua salute, documenti e altri dati tra i tuoi dispositivi e iCloud. Ogni servizio iCloud può essere attivato o disattivato: basta andare nelle impostazioni iCloud sui dispositivi iOS, nella sezione iCloud delle Preferenze di Sistema sul Mac, o nel Pannello di controllo iCloud sui PC Windows.

Gestisci i dati
di localizzazione.

A volte è utile che il tuo dispositivo conosca la tua posizione: pensa a quando imposti una riunione in Calendario, o quando cerchi le indicazioni per tornare a casa. Per stabilire dove sei, i servizi di localizzazione usano il GPS e il Bluetooth, oltre a informazioni di tipo crowd-sourced sugli hotspot Wi‑Fi e i ripetitori cellulari. Apple ti lascia il totale controllo sulla raccolta e l’utilizzo dei dati relativi alla tua posizione geografica, su tutti i tuoi dispositivi. Sei tu a decidere se e quando abilitare i servizi di localizzazione, dato che non sono attivi di default. E se lo fai, puoi cambiare idea in qualsiasi momento e disattivare la localizzazione.

SOS emergenze.

Con la funzione SOS, puoi usare il tuo Apple Watch per chiamare il numero locale di emergenza. Puoi anche scegliere di avvisare con un messaggio i contatti che hai preimpostato e di condividere con loro la tua posizione per un periodo di tempo specifico. In qualsiasi momento puoi disabilitare l’invio di ulteriori notifiche. E se i servizi di localizzazione non sono attivi, verranno temporaneamente attivati per far sapere ai tuoi contatti di emergenza dove ti trovi. La tua posizione viene inviata anche ai servizi di emergenza nelle vicinanze che utilizzano il servizio RapidSOS, e tutti i dati condivisi vengono eliminati dopo 24 ore.

Controlla i dati che condividi con le app.

Le app dell’App Store possono richiedere l’accesso alla tua posizione oppure a informazioni come contatti, calendari e foto. Riceverai una notifica con una spiegazione ogni volta che un’app di altri sviluppatori chiederà di usare i tuoi dati per la prima volta, così potrai decidere se accettare o meno. E anche se acconsenti, avrai sempre la possibilità di ripensarci: basta aprire Impostazioni.

Limita le pubblicità mirate in base ai tuoi interessi.

La pubblicità è l’unica fonte di guadagno per alcuni sviluppatori di app. Per aiutarti a proteggere la tua privacy, abbiamo sviluppato l’ID pubblicitario, un identificatore non permanente. In pratica, tutti gli annunci nelle nostre app devono indicare in modo chiaro che sono delle pubblicità e il motivo per cui ti vengono mostrati in quel preciso momento. Con l’ID pubblicitario gli inserzionisti possono controllare quante volte visualizzi un certo annuncio, misurare l’efficacia delle campagne pubblicitarie e, salvo un tuo rifiuto, mostrarti proposte più vicine ai tuoi interessi. Quando attivi l’opzione “Limita raccolta dati”, il tuo identificatore pubblicitario non può essere usato dalle app di altri sviluppatori per inviarti annunci mirati. Inoltre, il servizio pubblicitario di Apple non invia annunci basati sugli interessi personali agli utenti di età inferiore ai 13 anni, né agli ID Apple gestiti.

Scopri come rifiutare la pubblicità mirata

Sul web, in tutta privacy.

Se attivi la Navigazione privata, Safari non aggiunge i siti che visiti alla cronologia, non tiene traccia delle tue ricerche e non salva le informazioni inserite nei moduli che compili online. Grazie ai content blocker di Safari puoi controllare i contenuti caricati dal tuo browser e impedire che altri tengano traccia delle tue attività sui siti web che visiti. Il supporto per i content blocker è progettato in modo da impedire anche che le informazioni su ciò che visualizzi in internet vengano inviate agli sviluppatori.

In più, Safari è il primo browser a offrire DuckDuckGo come opzione integrata: puoi impostarlo come motore di ricerca predefinito e fare ricerche sul web senza essere tracciato. Sul tuo Mac, vai alle preferenze di Safari, fai clic su Cerca, quindi scegli DuckDuckGo fra i motori di ricerca. Sul tuo dispositivo iOS, fai tap su Impostazioni, tocca Safari > Motore di ricerca, e poi scegli DuckDuckGo.

Forniamo agli sviluppatori gli strumenti per creare estensioni di Safari che bloccano i contenuti pericolosi, ossia progettati appositamente per raccogliere gli indirizzi dei siti che visiti. Puoi installarle con un semplice download.

Scopri di più sulle estensioni di Safari

Scopri di più sulle impostazioni di Safari in iOS

Proteggi anche la privacy dei tuoi bambini.

Puoi impostare restrizioni e controlli parentali sul tuo dispositivo Apple, per decidere su quali siti i tuoi bambini possono andare, il tipo di film che possono vedere, se possono usare FaceTime e Fotocamera, e perfino se possono scaricare applicazioni di altri sviluppatori. Poiché restrizioni e controlli parentali sono specifici per ogni dispositivo, ti invitiamo a impostarli su tutti i dispositivi Apple utilizzati dai tuoi figli. Sul Mac, trovi queste opzioni nel pannello “Controlli parentali” delle Preferenze di Sistema. Sui dispositivi iOS, apri Impostazioni, tocca Generali e poi Restrizioni.

Puoi anche tenere sott’occhio i dati in “Tempo di utilizzo” per capire quanto a lungo i tuoi figli navigano sul web o usano le app. I report sull’attività ti offrono un resoconto dettagliato sull’utilizzo delle app, sulle notifiche e sulle attivazioni di ogni dispositivo: informazioni che sono accessibili solo a te, e mai a Apple o ad altri. Con queste informazioni, puoi decidere se impostare un tempo massimo che i tuoi figli possono dedicare ogni giorno a ciascuna app o a determinati siti web.

Grazie alla funzione di condivisione “In famiglia”, anche i ragazzi possono avere un loro ID Apple. I genitori possono controllare gli acquisti effettuati con gli ID Apple dei figli grazie a strumenti come “Chiedi di acquistare”, che permette di accettare o negare gli acquisti di app o in-app. Per impostare l’ID Apple di un bambino è richiesto il consenso di un genitore o tutore legale, che potrà anche controllarne attività e contenuti.

Tutto su “In famiglia”

Tutto su “Tempo di utilizzo”